it.phhsnews.com


it.phhsnews.com / Come modificare il volume dell'allarme su Google Home

Come modificare il volume dell'allarme su Google Home


Se desideri regolare il volume su Google Home, puoi semplicemente scorrere lungo la parte superiore sensibile al tocco del dispositivo per attivare volume su o giù. Tuttavia, gli allarmi utilizzano un diverso livello di volume. Per regolarlo, devi aprire l'app Google Home sul telefono.

Il volume dell'allarme è un'impostazione separata su Google Home perché, presumibilmente, non vuoi perdere le sveglie solo perché hai trasformato la musica giù. Se devi regolare il volume degli allarmi, apri l'app Google Home e tocca il pulsante Dispositivi nell'angolo in alto a destra.

Scorri verso il basso per trovare la tua Home page Google nell'elenco dei dispositivi. Tocca il pulsante del menu con tre punti e scegli Impostazioni.

In Informazioni dispositivo, tocca "Sveglie e timer."

Se hai degli allarmi attivi, li vedrai in alto. Dopodiché, c'è un cursore del volume. Regola il cursore verso l'alto o verso il basso sul volume desiderato.

Ora i tuoi allarmi dovrebbero essere più forti (o più silenziosi), indipendentemente dal volume principale sulla tua Home page di Google.


La Guida completa alla creazione di collegamenti simbolici (aka Symlink) su Windows

La Guida completa alla creazione di collegamenti simbolici (aka Symlink) su Windows

Windows 10, 8, 7 e Vista supportano tutti i collegamenti simbolici, noti anche come collegamenti simbolici, che puntano a un file o cartella sul tuo sistema. Puoi crearli usando il prompt dei comandi o uno strumento di terze parti chiamato Link Shell Extension. Quali sono i collegamenti simbolici? I link simbolici sono fondamentalmente scorciatoie avanzate.

(how-top)

Come migrare tutti i dati da Chrome a Firefox

Come migrare tutti i dati da Chrome a Firefox

Se stai pensando di passare a Firefox Quantum, o almeno provando a cambiare, Firefox lo rende piuttosto facile. Firefox può importare i tuoi segnalibri, le password salvate, la cronologia del browser e i cookie direttamente da Google Chrome. Può anche importare questi dati da Microsoft Edge o Internet Explorer, se li usi invece.

(how-top)