it.phhsnews.com


it.phhsnews.com / Come usare un multimetro

Come usare un multimetro


Se stai facendo qualsiasi tipo di lavoro elettrico, indipendentemente dall'applicazione, uno dei migliori strumenti che puoi avere è un multimetro. Se hai appena iniziato, ecco come utilizzarne uno e cosa significano tutti quei simboli confusi.

In questa guida, mi riferirò al mio multimetro e utilizzerò questo come esempio in questa guida. I tuoi potrebbero essere leggermente diversi in qualche modo, ma tutti i multimetri sono simili per la maggior parte.

Quale multimetro dovresti avere?

Non c'è davvero un solo multimetro per cui dovresti sparare, e dipende davvero da quali caratteristiche vuoi (o anche funzioni che non ti servono).

Puoi ottenere qualcosa di base come questo modello da $ 8, che include tutto ciò di cui hai bisogno. Oppure puoi spendere un po 'più di denaro e ottenere qualcosa di più bello, come questo di AstroAI. Viene fornito con una funzione auto-ranging, il che significa che non devi selezionare un valore numerico specifico e preoccuparti che sia troppo alto o basso. Può anche misurare la frequenza e anche la temperatura.

Che cosa significano tutti i simboli?

C'è molto da fare quando si guarda la manopola di selezione di un multimetro, ma se si sta solo facendo un po 'di base roba, non userai nemmeno la metà di tutte le impostazioni. In ogni caso, ecco una carrellata di cosa significa ogni simbolo sul mio multimetro:

  • Tensione corrente continua (DCV): A volte verrà indicato con V- . Questa impostazione viene utilizzata per misurare la tensione in corrente continua (CC) in cose come le batterie.
  • Tensione di corrente alternata (ACV): A volte verrà indicato con V ~ . Questa impostazione è usata per misurare la tensione da fonti di corrente alternata, che è praticamente tutto ciò che si inserisce in una presa, così come la potenza proveniente dalla presa stessa.
  • Resistenza (Ω): Misura quanto resistenza c'è nel circuito. Più basso è il numero, più facile è il flusso della corrente e viceversa.
  • Continuità: Solitamente indicato da un simbolo di onda o diodo. Questo semplicemente verifica se un circuito è completo o meno inviando una quantità molto piccola di corrente attraverso il circuito e vedendo se riesce a uscire dall'altra parte. In caso contrario, c'è qualcosa lungo il circuito che sta causando un problema: trovalo!
  • Corrente diretta amperaggio (DCA): Simile a DCV, ma invece di darti una lettura di tensione, ti dirà l'amperaggio.
  • Guadagno corrente diretta (hFE): Questa impostazione serve a testare i transistor e il loro guadagno in CC, ma è quasi inutile, poiché la maggior parte degli elettricisti e degli hobbisti userà invece il controllo di continuità.

Il multimetro potrebbe anche avere un impostazione dedicata per testare l'amperaggio delle batterie AA, AAA e 9V. Questa impostazione è solitamente indicata dal simbolo della batteria.

Anche in questo caso probabilmente non utilizzerai nemmeno la metà delle impostazioni mostrate, quindi non essere sopraffatto se sai solo che cosa fanno alcuni di loro.

Come Usa un multimetro

Per i principianti, lascia passare alcune delle diverse parti di un multimetro. Al livello di base si ha il dispositivo stesso, insieme a due sonde, che sono i cavi nero e rosso che hanno tappi su un'estremità e punte metalliche sull'altra.

Il multimetro stesso ha un display in alto, che ti dà la tua lettura, e c'è una grande manopola di selezione che puoi girare intorno per selezionare un'impostazione specifica. Ogni impostazione può anche avere valori numerici diversi, che sono lì per misurare diverse intensità di tensioni, resistenze e amplificatori. Quindi, se il multimetro è impostato su 20 nella sezione DCV, il multimetro misurerà le tensioni fino a 20 V.

Il multimetro avrà anche due o tre porte per collegare le sonde (nella foto sopra):

  • The La porta COM sta per "Comune" e la sonda nera si collegherà sempre a questa porta.
  • La porta VΩmA (a volte indicata come mAVΩ ) è semplicemente un acronimo di tensione, resistenza e corrente (in milliampere). È qui che verrà inserita la sonda rossa se si misurano tensione, resistenza, continuità e corrente inferiore a 200 mA.
  • La porta 10ADC (a volte indicata come appena 10A ) viene utilizzata ogni volta che si misura una corrente superiore a 200 mA. Se non sei sicuro dell'attuale estrazione, inizia con questa porta. D'altra parte, non useresti affatto questa porta se stai misurando qualcosa di diverso da corrente.

Avviso: Assicurati che se stai misurando qualcosa con una corrente superiore a 200 mA, devi collegare il sonda rossa nella porta 10A, piuttosto che nella porta 200mA. Altrimenti potresti far saltare la miccia che si trova all'interno del multimetro. Inoltre, misurare qualsiasi valore oltre i 10 ampere potrebbe far esplodere una miccia o distruggere anche il multimetro.

Il multimetro potrebbe avere porte completamente separate per la misurazione degli amplificatori, mentre l'altra è specificamente solo per tensione, resistenza e continuità, ma la più economica i multimetri condivideranno le porte.

In ogni caso, iniziamo a utilizzare effettivamente un multimetro. Misureremo la tensione di una batteria AA, l'assorbimento di corrente di un orologio da parete e la continuità di un filo semplice come alcuni esempi per iniziare e familiarizzare con l'uso di un multimetro.

Tensione di test

Inizio accendendo il multimetro, inserendo le sonde nelle rispettive porte e quindi impostando la manopola di selezione sul valore numerico più alto nella sezione DCV, che nel mio caso è di 500 volt. Se non conosci almeno l'intervallo di voltaggio della cosa che stai misurando, è sempre una buona idea iniziare prima con il valore più alto e poi scendere fino ad ottenere una lettura accurata. Vedrai cosa intendiamo.

In questo caso, sappiamo che la batteria AA ha una tensione molto bassa, ma inizieremo a 200 volt solo per il gusto di esempio. Quindi, posizionare la sonda nera sull'estremità negativa della batteria e la sonda rossa sull'estremità positiva. Dai un'occhiata alla lettura sullo schermo. Dato che il multimetro è impostato su un massimo di 200 volt, mostra "1,6" sullo schermo, ovvero 1,6 volt.

Tuttavia, voglio una lettura più accurata, quindi sposterò la manopola di selezione più in basso a 20 volt . Qui, puoi vedere che abbiamo una lettura più accurata che oscilla tra 1,60 e 1,61 volt.

Se dovessi impostare la manopola di selezione su un valore numerico inferiore alla tensione della cosa che stai testando, il multimetro dovrebbe solo leggere "1", a indicare che è sovraccarico. Quindi, se dovessi impostare la manopola su 200 millivolt (0,2 volt), l'1,6 volt della batteria AA è troppo grande per il multimetro da gestire con quella impostazione.

In ogni caso, potresti chiederti perché avresti bisogno per testare la tensione di qualcosa in primo luogo. Bene, in questo caso con la batteria AA, stiamo controllando se è rimasto del succo. A 1,6 volt, è una batteria completamente carica. Tuttavia, se dovesse leggere 1.2 volt, è quasi inutilizzabile.

In una situazione più pratica, potresti fare questo tipo di misurazione su una batteria per auto per vedere se potrebbe morire o se l'alternatore (che è ciò che carica la batteria) sta andando male. Una lettura tra 12,4 e 12,7 volt indica che la batteria è in buone condizioni. Qualunque cosa in basso e questa è la prova di una batteria morente. Inoltre, avvia la tua auto e aumentala un po '. Se la tensione non aumenta fino a circa 14 volt, è probabile che l'alternatore stia riscontrando problemi.

Corrente di prova (ampli)

Verificare l'assorbimento di corrente di qualcosa è un po 'più complicato, in quanto il multimetro ha bisogno da collegare in serie. Ciò significa che il circuito che stai testando deve essere rotto per primo, e quindi il tuo multimetro è posto tra questa interruzione per collegare il circuito di backup. Fondamentalmente, devi interrompere il flusso di corrente in un modo - non puoi semplicemente attaccare le sonde sul circuito dovunque.

Sopra è un mockup approssimativo di come sarebbe questo con un orologio base che scappa da un AA batteria. Sul lato positivo, il filo che va dalla batteria all'orologio è rotto. Semplicemente posizioniamo le nostre due sonde tra una pausa e l'altra per completare il circuito (con la sonda rossa collegata alla fonte di alimentazione), solo che questa volta il nostro multimetro leggerà gli ampli che l'orologio sta tirando, che in questo caso è intorno a 0.08 mA.

Mentre la maggior parte dei multimetri può misurare anche la corrente alternata (AC), non è davvero una buona idea (specialmente se la sua potenza live), dato che AC può essere pericoloso se finisci per commettere un errore. Se è necessario verificare se una presa funziona o no, utilizzare invece un tester senza contatto.

Verifica continuità

Ora testiamo la continuità di un circuito. Nel nostro caso, semplificeremo un po 'le cose e useremo solo un filo di rame, ma puoi fingere che ci sia un circuito complesso tra le due estremità, o che il filo sia un cavo audio e tu vuoi assicurarti

Imposta il multimetro sull'impostazione di continuità usando la manopola di selezione.

La lettura sullo schermo leggerà immediatamente "1", il che significa che non c'è continuità. Questo sarebbe corretto dal momento che non abbiamo ancora collegato le sonde.

Quindi, assicurati che il circuito sia scollegato e non abbia corrente. Quindi collegare una sonda a un'estremità del filo e l'altra all'altra estremità: non importa quale sonda va su quale estremità. Se c'è un circuito completo, il tuo multimetro emetterà un segnale acustico, mostrerà uno "0" o qualcosa di diverso da un "1". Se mostra ancora un "1", allora c'è un problema e il tuo circuito non è completo.

Puoi anche verificare che la funzionalità di continuità funzioni sul tuo multimetro toccando entrambe le sonde l'una con l'altra. Questo completa il circuito e il tuo multimetro dovrebbe farti sapere che


Queste sono alcune delle nozioni di base, ma assicurati di leggere il manuale del multimetro per qualsiasi specifica. Questa guida è pensata per essere un punto di partenza per farti funzionare, ed è molto probabile che alcune cose mostrate sopra siano diverse sul tuo particolare modello.


Come passare tra le versioni complete e di base di Yahoo Mail

Come passare tra le versioni complete e di base di Yahoo Mail

Yahoo Mail è disponibile in due versioni: completo e di base. La versione completa è la versione più recente ed è, ovviamente, raccomandata da Yahoo. Tuttavia, se preferisci una versione più semplice e semplificata della posta, puoi utilizzare la posta di base di Yahoo. La versione completa di Yahoo Mail (nella foto sotto) include temi personalizzati, articoli di cancelleria, organizzazione di messaggi per conversazione, allegati di immagini in linea , filtri, Yahoo Messenger e persino la possibilità di visualizzare le immagini allegate come una presentazione.

(how-top)

Come eseguire il backup del Mac e ripristinare i file con Time Machine

Come eseguire il backup del Mac e ripristinare i file con Time Machine

I backup regolari sono essenziali. Quando il tuo disco rigido muore, e morirà alla fine, è importante sapere che hai un'altra copia di tutto da qualche parte. Gli utenti di PC possono utilizzare la Cronologia file di Windows per eseguire il backup dei dati, ma gli utenti Mac hanno qualcosa che è probabilmente più semplice e più potente: Time Machine.

(how-top)