it.phhsnews.com


it.phhsnews.com / Quali sono le differenze tra MP3, FLAC e altri formati audio?

Quali sono le differenze tra MP3, FLAC e altri formati audio?


L'audio digitale è in circolazione da un tempo molto lungo quindi ci sono sicuramente moltissimi formati audio là fuori. Ecco alcuni dei più comuni, cosa li differenzia e come usarli.

Prima di parlare dei formati audio di tutti i giorni, è importante capire le basi e ciò significa capire il PCM. Dopodiché, affronteremo i formati compressi.

Audio PCM: dove tutto inizia

La modulazione del codice a impulsi è stata creata nel 1937 ed è la più vicina approssimazione dell'audio analogico. Cioè, una forma d'onda analogica viene approssimata a intervalli regolari. PCM è caratterizzato da due proprietà: frequenza di campionamento e profondità di bit. La frequenza di campionamento misura quanto spesso (in ore al secondo) viene presa l'ampiezza della forma d'onda e la profondità di bit misura i possibili valori digitali. In termini di formati audio, questo è praticamente il fondamento.

Il vero suono, nel mondo reale, è continuo. Nel mondo digitale, non lo è. In qualche modo questo è più confuso con l'audio che con il video, quindi guardiamo il video come un punto di confronto. Ciò che interpretiamo essere "movimento" o pensare come "fluido" e in continuo movimento è, in realtà, una serie di immagini fisse. Allo stesso modo, l'ampiezza delle onde sonore in un formato digitale non è "fluida" o in continua evoluzione. Sta cambiando in base a determinati criteri a intervalli predefiniti.

Immagine da Wikipedia

So che qui c'è molto che potrebbe non essere di seconda natura a meno che tu non sia un ingegnere, un fisico o un audiofilo, quindi riduciamola ulteriormente con un'analogia.

Diciamo che l'acqua che scorre da un rubinetto aperto è la tua sorgente audio "analogica". La temperatura dell'acqua che possiamo confrontare con l'ampiezza di un'onda audio; è una proprietà che deve essere misurata in modo da poterla apprezzare correttamente. Il campionamento è il numero di volte al secondo in cui immergete il dito nell'acqua che scorre. Più spesso si immerge il dito in esso, più "continua" diventano i cambiamenti di temperatura. Se si infila il dito nell'acqua corrente 44.100 volte al secondo, è quasi come tenere il dito lì per tutto il tempo, giusto? Questa è l'idea alla base del campionamento.

La profondità bit è un po 'più complicata. Invece di usare il dito, diciamo che hai usato un vero termometro crapper. Sostanzialmente diceva "Caldo" per qualsiasi cosa al di sopra della temperatura ambiente e "Freddo" per qualcosa di seguito. Indipendentemente dal numero di volte che l'hai immerso nell'acqua, non ti darebbe davvero molte informazioni utili. Ora, se invece di solo 2 opzioni, diciamo che il termometro aveva 16 valori possibili che è possibile utilizzare per misurare la temperatura dell'acqua. Più utile, giusto? La profondità bit funziona allo stesso modo, in quanto valori più alti consentono di rappresentare con maggiore precisione i cambiamenti più dinamici nell'ampiezza del suono.

Come accennato in precedenza, PCM è la base per l'audio digitale, insieme alle sue varianti. PCM tenta di modellare una forma d'onda, nella maggior parte possibile della sua gloria non compressa. È speciale, è pronto per essere bloccato in un processore di segnale digitale ed è più o meno universalmente riproducibile. La maggior parte degli altri formati manipola l'audio tramite algoritmi, quindi devono essere decodificati durante il gioco. L'audio PCM è considerato "senza perdita", non è compresso e, pertanto, occupa molto spazio sul disco rigido.

Il mazzo non compresso: WAV, AIFF

Immagine di codepo8

Sia WAV che AIFF sono formati di contenitori audio lossless basati su PCM, con alcuni piccoli cambiamenti nella memorizzazione dei dati. L'audio PCM, per la maggior parte delle persone, è disponibile in questi formati, a seconda che si utilizzi Windows o OS X e possono essere convertiti l'uno dall'altro senza degrado della qualità. Sono entrambi considerati "senza perdita", non compressi e un file audio stereo (a 2 canali) PCM, campionato a 44,1 kHz (o 44100 volte al secondo) a 16 bit ("qualità CD") pari a circa 10 MB per minuto. Se stai registrando a casa ai fini del missaggio, questo è quello che vuoi usare perché è di qualità completa.

Immagine di CyboRoZ

Lossless Formats: FLAC, ALAC, APE

Il Free Lossless Audio Codec, Apple Lossless Audio Codec e Monkey's Audio sono tutti formati che comprimono l'audio, molto nello stesso modo in cui tutto è compresso nel mondo digitale: usando algoritmi. La differenza tra i file compressi ei file FLAC è che FLAC è progettato specificamente per l'audio, e quindi ha una compressione migliore senza perdita di dati. In genere, stai vedendo circa la metà delle dimensioni dei WAV. Cioè, un file FLAC per audio stereo a "qualità CD" gira all'incirca 5 MB al minuto.

L'up-side è che se vuoi fare manipolazioni audio, puoi riconvertire in un WAV senza perdita di qualità . Se sei un audiofilo e ascolti molta musica con gamme dinamiche, questi formati sono per te. Se hai un ottimo set di altoparlanti, lattine o auricolari, questi formati faranno emergere i toni per metterli in mostra.

Formati di perdita: MP3, AAC, WMA, Vorbis

Immagine di patrick h lauke

La maggior parte dei formati che vedete nell'uso quotidiano sono "in perdita"; un certo grado di qualità audio viene sacrificato in cambio di un guadagno significativo nelle dimensioni del file. Un MP3 di "qualità CD" medio ha una velocità di circa 1 MB al minuto. Grande differenza rispetto al PCM, no? Questo è chiamato compressione, ma a differenza dei formati lossless, non si può davvero ottenere quella qualità una volta che la si spoglia in formati con perdite. Diversi formati di perdita utilizzano diversi algoritmi per archiviare i dati e pertanto variano tipicamente nelle dimensioni del file per una qualità comparabile. I formati Lossy usano anche il bitrate per riferirsi alla qualità dell'audio, che di solito assomiglia a "192 kbit / s" o "192 kbps". Numeri più alti significa che più dati vengono estratti, quindi c'è più conservazione dei dettagli. Ecco alcuni dettagli per i formati più popolari.

  • MP3: MPEG 1 Audio Layer 3, il codec audio lossy più comune oggi. Nonostante un mucchio di problemi di brevetto, è ancora incredibilmente popolare. Chi non ha MP3 in giro?
  • Vorbis: un formato lossy gratuito e open-source utilizzato più spesso nei giochi per PC come Unreal Tournament 3. I fan di FOSS, come molti utenti Linux, sono tenuti a vedere un sacco di questo format.
  • AAC: Advanced Audio Coding, un formato standardizzato ora utilizzato con video MPEG4. È fortemente supportato per la sua compatibilità con DRM (ad esempio FairPlay di Apple), i suoi miglioramenti rispetto agli mp3 e perché non è necessaria alcuna licenza per lo streaming o la distribuzione di contenuti in questo formato. I fan di Apple avranno probabilmente molto in AAC.
  • WMA: Windows Media Audio, il formato audio lossy di Microsoft. È stato sviluppato e utilizzato per evitare problemi di licenza con il formato MP3, ma a causa di importanti miglioramenti e compatibilità DRM, oltre a un'implementazione senza perdita di dati, è ancora in circolazione. Era molto popolare prima che iTunes diventasse il campione della musica DRM.

I formati lossy sono ciò che usi per tutte le cose che ascolti e memorizzi. Sono progettati per essere un'economia di spazio sul disco rigido. Il formato che scegli dipende dal lettore audio digitale che utilizzi, da quanto spazio hai, dalla grandezza di un nitpicker di qualità e da una serie di variabili eccessive. Oggigiorno, i computer riproducono qualsiasi cosa, la maggior parte dei lettori audio (tranne Apple, ovviamente) eseguirà più formati con perdita e sempre più FLAC e APE. Apple si attacca a MP3, ALAC e AAC.

La qualità audio non è soggettiva?

Assolutamente, lo è. In definitiva, sono le tue orecchie a consumare la maggior parte di questa roba, ma questo è un motivo in più per pensare seriamente alla qualità. Quando ho iniziato a creare la mia collezione di musica digitale, non sono riuscito a capire la differenza tra MP3 a 128kbit e CD audio. Per le mie orecchie, non c'era alcuna differenza apprezzabile. Col passare del tempo, tuttavia, ho notato che i 256 kbit risuonavano molto meglio e, dopo aver ottenuto un set di cuffie davvero bello (e costoso!), Sono tornato ai CD audio a tempo pieno! Dipende anche dal genere della musica.

Immagine di jonchoo

Ci sono molte variabili qui, gente, non sbagliare. Ci è voluto un po 'prima che decidessi di utilizzare FLAC per alcuni brani musicali e 320kbps MP3 per il resto. Il punto che sto cercando di fare è che dovresti sperimentare per vedere cosa funziona meglio per te e per la tua musica, ma devi essere consapevole del fatto che man mano che i tuoi gusti cambiano, anche le tue percezioni, le tue attrezzature e l'importanza della qualità.

E tutto questo diventa ancora più complicato quando non parli solo di musica, ma di tracce vocali, effetti sonori, rumore bianco e marrone, ecc. C'è tutto un mondo di suoni là fuori, quindi non scoraggiarti! Apprendendo ciò che puoi e ascoltando te stesso, puoi utilizzare queste informazioni a tuo vantaggio nei tuoi progetti audio futuri. Ti lascio con alcuni dei migliori consigli che abbia mai ricevuto: "fai quello che suona semplicemente bene".


Come impedire a Picasa di eseguire schermate indesiderate

Come impedire a Picasa di eseguire schermate indesiderate

Lo strumento di gestione delle foto di Picasa di Google è uno strumento gratuito davvero fantastico per l'organizzazione delle foto dei consumatori, ma ha un'abitudine davvero fastidiosa: scatta un'immagine di tutto il tuo desktop ogni volta che si preme il pulsante Stampa schermo. Diamo un'occhiata al modo efficace (ma molto intuitivo) per risolverlo.

(how-to)

Dovresti usare Ubuntu Linux a 32 o 64 bit?

Dovresti usare Ubuntu Linux a 32 o 64 bit?

Fino a Ubuntu 13.04, Ubuntu raccomandava a tutti gli utenti di usare l'edizione a 32 bit di Ubuntu sulla sua pagina di download. Tuttavia, questa raccomandazione è stata rimossa per un motivo: gli utenti dei PC moderni stanno meglio con l'edizione a 64 bit. Mentre Microsoft ha installato per anni l'edizione a 64 bit di Windows sui PC moderni per impostazione predefinita, Ubuntu ha stato più lento a raccomandare l'uso della sua edizione a 64 bit, ma questo è cambiato.

(how-to)