it.phhsnews.com


it.phhsnews.com / Che cos'è la stabilizzazione delle immagini e come funziona?

Che cos'è la stabilizzazione delle immagini e come funziona?


La stabilizzazione delle immagini è una caratteristica di alcuni obiettivi e fotocamere che evita la sfocatura di una fotocamera mossa. Contrastando quella vibrazione, è possibile utilizzare una velocità dell'otturatore più bassa rispetto a quella normale, senza ottenere una foto sfocata. Ciò è particolarmente utile per le foto notturne o altre situazioni in cui è necessaria una bassa velocità dell'otturatore.

CORRELATO: Impostazioni più importanti della fotocamera: Velocità dell'otturatore, diaframma e ISO

Quando parliamo di stabilizzazione dell'immagine e la fotografia, stiamo parlando normalmente di stabilizzazione ottica dell'immagine, che si trova in un sacco di obiettivi di fascia alta (e alcuni smartphone di fascia alta come l'iPhone 7). Canon chiama la funzione Image stabization (IS) e Nikon la chiama Vibration Reduction (VR). Con la stabilizzazione ottica dell'immagine, una parte dell'obiettivo si muove fisicamente per neutralizzare qualsiasi movimento della fotocamera quando si scatta la foto; se le tue mani tremano, scuote anche un elemento all'interno dell'obiettivo per contrastare il movimento.

Altre fotocamere, inclusi alcuni smartphone come l'iPhone 6S, possono avere una funzione chiamata stabilizzazione dell'immagine virtuale. Con la stabilizzazione dell'immagine virtuale, l'obiettivo non si muove fisicamente; invece, il movimento viene registrato e la fotocamera tenta di invertire al volo ogni scuotimento algoritmicamente. Non è quasi altrettanto efficace, ma è meglio di niente.

Oggi parleremo un po 'di come utilizzare efficacemente la stabilizzazione dell'immagine. Per gli scopi di questa guida, ci concentreremo sulla stabilizzazione ottica dell'immagine trovata nelle fotocamere di fascia alta.

La regola reciproca: quanto puoi rallentare?

Con un obiettivo normale, la velocità dell'otturatore più lenta è sempre possibile avere immagini nitide con generalmente il reciproco della lunghezza focale dell'obiettivo (o la lunghezza focale equivalente a quella del fotogramma completo se si utilizza una fotocamera con sensore di ritaglio). Ciò significa che se si utilizza un obiettivo da 100 mm su una fotocamera full frame come una Canon 5D MKIV, la velocità dell'otturatore più bassa che si può ottenere è 1/100 di secondo. Per un obiettivo da 50mm, sarebbe 1/50 di secondo.

RELATED: Qual è la differenza tra una fotocamera Full Frame e una Sensore di taglio?

Se stai usando lo stesso obiettivo da 100mm su fotocamera con un fattore di ritaglio di 1,6 come una Canon EOS Rebel T6, quindi è equivalente a un obiettivo da 160 mm su una fotocamera full frame, quindi la velocità dell'otturatore più lenta che è possibile utilizzare in tutta sicurezza è 1 / 160th di secondo; l'obiettivo da 50 mm equivale a 80 mm per una velocità dell'otturatore di 1/80 di secondo.

È importante notare che la regola reciproca si applica solo al movimento della fotocamera. Se stai scattando una foto di un oggetto in movimento veloce, potresti dover utilizzare una velocità dell'otturatore più veloce di quella che la regola reciproca dice che puoi farla franca.

Come la stabilizzazione dell'immagine consente una minore velocità dell'otturatore

Con la stabilizzazione dell'immagine attivata, puoi utilizzare una velocità dell'otturatore tra due e quattro stop più lenta di quella che potresti altrimenti. Torniamo al nostro esempio di obiettivo da 100 mm. Invece di una velocità minima dell'otturatore di 1/100 di secondo, la stabilizzazione dell'immagine consente di utilizzare una velocità dell'otturatore lenta di circa 1/10 di secondo e di avere un'immagine nitida (almeno in circostanze ideali). Per l'obiettivo da 50 mm, potresti scendere a circa 1/5 di secondo.

Nell'immagine in basso, ho scattato le foto con un obiettivo equivalente a 200 mm con una velocità dell'otturatore di 1/40 di secondo secondo. In quello a sinistra, la stabilizzazione dell'immagine è disattivata; in quello a destra, è acceso. È facile vedere quanto sia efficace la stabilizzazione dell'immagine nelle giuste circostanze.

CORRELATO: Come scattare foto di notte (che non sono sfocate)

Se scatti di notte o in altri bassi situazioni di luce, essere in grado di farla franca con un tempo di posa più lento può fare una grande differenza. Non è necessario aumentare la sensibilità ISO in modo così elevato o utilizzare un'apertura molto ampia, se non si desidera.

La stabilizzazione dell'immagine può anche aiutare con obiettivi più lunghi anche in condizioni di buona illuminazione. Se si utilizza un obiettivo da 300 mm, la velocità dell'otturatore in assoluto più lenta che è possibile scattare senza stabilizzazione dell'immagine è 1/300 di secondo. Questa è comunque una velocità dell'otturatore piuttosto elevata se si utilizza un'apertura stretta e valori ISO bassi. Con la stabilizzazione delle immagini, però, potresti andare a circa 1/50 di secondo se necessario, ma potresti anche andare a una velocità dell'otturatore leggermente più lenta come 1/200 di secondo. Questo lascia entrare un po 'di luce in più, ma soprattutto rende più probabile che otterrai immagini nitide. Solo perché puoi raggiungere una velocità dell'otturatore molto bassa, non significa che dovresti.

Ancora una volta, è importante notare che la stabilizzazione dell'immagine aiuta solo con il movimento della fotocamera. Non ha alcun effetto su alcun movimento del soggetto. Anche una persona ferma per un ritratto si muove un po '; se usi una velocità dell'otturatore troppo lenta, il loro movimento verrà visualizzato nell'immagine.

I problemi con la stabilizzazione dell'immagine

Il problema più grande con la stabilizzazione dell'immagine è il costo. L'EF 70-200mm f / 4L USM di Canon che non ha la stabilizzazione dell'immagine costa $ 599, mentre l'EF 70-200mm f / 4 L IS USM - che costa - costa $ 1099. A parte uno con stabilizzazione, i due obiettivi sono quasi identici. Lo stesso schema vale per molti altri obiettivi, con una versione senza stabilizzazione che costa centinaia di dollari in meno della versione con stabilizzazione.

Se puoi permetterti di ponyare per la stabilizzazione dell'immagine, può essere una grande caratteristica, ma a meno che tu non sia sicuro che sia qualcosa che userai, il costo aggiuntivo potrebbe non valerne la pena. Se spari molto con obiettivi lunghi o in condizioni di scarsa illuminazione, può essere fantastico, ma se non lo fai, potrebbe essere uno spreco di denaro.

La stabilizzazione dell'immagine può anche avere alcuni effetti strani se la si utilizza nel situazioni sbagliate. Quando la velocità dell'otturatore è superiore a circa 1/500 di secondo, la stabilizzazione dell'immagine non migliorerà le tue immagini. I tuoi muscoli non si agitano 500 volte al secondo! Invece, può effettivamente avere un effetto negativo sulla nitidezza dell'immagine a causa degli elementi in movimento nell'obiettivo. Anche se è principalmente aneddotico, molti fotografi professionisti disattivano la stabilizzazione dell'immagine a meno che non ne abbiano assolutamente bisogno per questo motivo.

Allo stesso modo, se stai stabilizzando l'obiettivo in un altro modo, come con un treppiede, la stabilizzazione dell'immagine dovrebbe essere attivata off. Nella migliore delle ipotesi, non farà nulla, e nel peggiore dei casi renderà le foto più sfocate.

Infine, anche la stabilizzazione delle immagini usa un po 'di energia. Se stai cercando di prolungare la durata della batteria, spegnila.


Oltre a questi aspetti negativi, la stabilizzazione dell'immagine è davvero una grande funzionalità e sta diventando standard in sempre più lenti. Assicurati che valga il costo aggiuntivo.


Come utilizzare il termostato Smart Ecobee con Alexa

Come utilizzare il termostato Smart Ecobee con Alexa

Il controllo del termostato intelligente da remoto dal telefono è bello e tutto, ma non dimenticare che puoi anche renderlo ancora più facile per te stesso e controllalo con la tua voce usando Alexa. Ecco come configurarlo. RELATED: Come ottenere il massimo dal tuo termostato Ecobee Smart Prima di iniziare, sarebbe una buona idea imparare come aggiungere le abilità di Alexa al tuo Alexa account, così come aggiungere dispositivi smarthome alla configurazione di Alexa.

(how-top)

Come ottenere il massimo dal termostato Nest

Come ottenere il massimo dal termostato Nest

Il termostato Nest è uno dei termostati intelligenti più amati sul mercato, ma ottieni il massimo da tutte le sue fantastiche funzioni ? Ecco alcune cose che potresti perdere. Imposta il tuo programma personale CORRELATO: Come impostare un orario per il tuo termostato Nest Puoi controllare manualmente il tuo termostato Nest, e sarà apprendi le tue abitudini nel tempo in modo da non doverti interfacciare con esse.

(how-top)