it.phhsnews.com


it.phhsnews.com / Scendi da Auto: Come usare le modalità di scatto della tua fotocamera per foto migliori

Scendi da Auto: Come usare le modalità di scatto della tua fotocamera per foto migliori


Se vuoi ottenere il massimo dalla tua fotocamera DSLR, è meglio imparare le sue diverse modalità di scatto, piuttosto che usare solo la modalità Auto tutto il tempo. Con tutte le lettere e i simboli che circondano il quadrante (come M, Av, Tv e P), però, le cose possono diventare un po 'confuse. Ecco una guida per il primo timer per uscire dalla modalità automatica e creare foto migliori.

Imparare a conoscere il quadrante della fotocamera

Iniziamo parlando delle modalità più comuni che troverai sulla fotocamera e di come funzionano . Se non hai familiarità con diaframma, velocità dell'otturatore e ISO, probabilmente vorrai rispolverare quei termini per primi, li useremo molto per capire come funzionano queste modalità.

Modalità manuali: M , Av, Tv e P

Le lettere sul quadrante rappresentano le diverse modalità manuale e "parzialmente manuale": queste sono le cose con cui vorrete veramente familiarizzare se siete seriamente interessati alla fotografia. Includono:

Manuale (M) : la modalità manuale è, come suggerisce il nome, ti dà il pieno controllo della fotocamera. Devi inserire i valori di apertura, velocità dell'otturatore e ISO. La fotocamera scatta un'immagine con questi valori, indipendentemente dal fatto che comporteranno o meno una buona esposizione.

Priorità diaframmi (Av o A) : in modalità Priorità diaframmi-denotata da una Av o da A, a seconda di la tua fotocamera: hai impostato l'apertura e ISO. La fotocamera seleziona automaticamente la velocità dell'otturatore. È possibile utilizzare la compensazione dell'esposizione per fare in modo che la fotocamera decida di sottoesporre o sovraesporre gli scatti.

Priorità tempo di posa (Tv o S) : Nella modalità Priorità alla velocità dell'otturatore, si imposta la velocità dell'otturatore e ISO. La fotocamera seleziona automaticamente l'apertura. Come con Priorità apertura, è possibile utilizzare la compensazione dell'esposizione per sottoesporre o sovraesporre gli scatti.

Programma (P) : consente di impostare la compensazione ISO e dell'esposizione mentre la fotocamera si occupa della velocità dell'otturatore e del diaframma.

Automatico Modalità: A +, CA e Altri

Il resto degli elementi sul quadrante sono modalità automatiche che si ottimizzano per determinati tipi di scene. Possono includere, ma non sono limitati a:

Auto (o A +) : In modalità completamente automatica, la fotocamera fa tutto per te. Spingere l'otturatore e ottiene l'immagine migliore possibile.

Nessun flash : uguale a Auto, tranne che la fotocamera non utilizzerà il flash incorporato.

Auto creativa : una modalità trovato su alcune fotocamere Canon che ti permettono di impostare quanto sfocato vuoi che lo sfondo sia. In caso contrario, la fotocamera controlla tutto.

Ritratto : una modalità automatica in cui la fotocamera assegna la priorità a un'ampia apertura per ottenere una profondità di campo ridotta.

Orizzontale : una modalità automatica in cui la fotocamera dà la priorità a una stretta apertura per ottenere una profondità di campo

Primo piano : Progettato per oggetti ravvicinati, la fotocamera imposta tutto, mette a fuoco la distanza più vicina possibile e non attiva il flash.

Sport : La fotocamera assegna la priorità a una velocità dell'otturatore elevata a scapito di altre impostazioni. Utilizzerà una sensibilità ISO maggiore rispetto alla modalità Ritratto.

Ritratto notturno : Progettato per condizioni di scarsa illuminazione, la fotocamera consentirà tempi di posa più lunghi e ISO più alti a scapito della qualità dell'immagine.

Guida : A modalità trovata su alcune fotocamere Nikon che ti aiutano a scattare una fotografia.

Alcune fotocamere avranno anche altre modalità, anche se non sono così comuni. Le fotocamere professionali hanno modalità personalizzate in cui è possibile salvare le impostazioni che ti piacciono. È inoltre possibile trovare una modalità video o la modalità HDR sul quadrante della fotocamera.

Se non si è sicuri del significato di un simbolo e non è presente in questo elenco, consultare la documentazione della fotocamera.

Quale modalità dovrebbe Tu usi?

Va bene, quindi ora sai cosa significano tutte quelle lettere. Ma quale modalità dovresti usare e quando? La risposta è più semplice di quanto si possa pensare.

La maggior parte del tempo, Usa la modalità Priorità apertura

Quando le persone fanno il primo passaggio da automatico, spesso vanno troppo lontano. Pensano che debbano usare la modalità manuale tutto il tempo. Pensano che se non stanno componendo l'apertura, la velocità dell'otturatore e l'ISO per ogni scatto, non conta.

Ma qui c'è un piccolo segreto: i fotografi professionisti normalmente non usano il manuale. Utilizzano la modalità Priorità apertura (Av o A sul quadrante).

A meno che non si stia scattando un oggetto in movimento, le velocità dell'otturatore da circa 1/100 di secondo a 1/8000 di secondo sembrano quasi identiche. La cosa che determina realmente l'aspetto delle tue foto è l'apertura. Questa è la differenza principale tra un ritratto di profondità di campo e un paesaggio ampio con tutto a fuoco. Perché preoccuparsi di qualcosa che non ha importanza?

Ruota il quadrante su A o Av (a seconda del modello), imposta il diaframma che desideri utilizzare e gioca. Sebbene tu non decida direttamente sulla velocità dell'otturatore, puoi comunque controllarla con la compensazione dell'esposizione.

Quando scatti un'immagine, la tua fotocamera fa una stima ottimale dell'esposizione. In Aperture Priority, sceglierà solo un tempo di posa che dovrebbe funzionare (e il 90% delle volte sarà davvero vicino). Se si desidera utilizzare una velocità dell'otturatore leggermente più veloce, richiamare un po 'la compensazione dell'esposizione. Questo renderà la tua immagine un po 'più scura. Se la fotocamera sta sottoesponendo lo scatto, componi un tocco con la compensazione dell'esposizione; otterrai un'immagine più luminosa e una velocità dell'otturatore più lenta.

In modalità Priorità apertura, non devi solo controllare l'apertura; controlli anche l'ISO. In generale, si dovrebbe scattare con l'ISO più basso possibile, tuttavia, è possibile aumentarlo quando è necessario ottenere una velocità dell'otturatore più rapida senza cambiare l'apertura. Vedremo per un istante selezionare i valori per tutte le impostazioni.

C'è un motivo per cui i fotografi professionisti normalmente scattano in Priorità apertura. Ottieni la maggior parte del controllo della modalità manuale senza problemi e la possibilità di fare confusione. Se si immette la velocità dell'otturatore errata in modalità manuale, verranno visualizzate immagini che sono inutilizzabili.

Quando andare Manuale completo

Anche se normalmente non è necessario, la modalità manuale ha i suoi usi. In generale, dovresti usarlo:

  • Quando vuoi la coerenza tra gli scatti. Il motivo principale per utilizzare la modalità manuale è per coerenza. Se stai girando in una situazione che non cambierà molto, ad esempio un concerto al coperto, e vuoi rendere il tuo post più semplice possibile, usa la modalità manuale.
  • Quando tutte le impostazioni sono importanti. Per alcune fotografie, tutte le impostazioni contano davvero. Se stai scattando fotografie a lunga esposizione, immagini ad alta gamma dinamica o materiali compositi, ti consigliamo di inserire manualmente tutto.
  • Quando stai girando su un treppiede. Se hai fatto lo sforzo di montare un treppiede e di comporre con precisione il tuo scatto, potresti anche spendere i dieci secondi in più per comporre un tempo di posa.

Naturalmente, puoi sentirti libero di usare il manuale ogni volta La priorità di Aperture sarà molto più semplice e altrettanto buona.

Perché non priorità di velocità dell'otturatore?

"Ma aspetta", posso sentirti dire. "Che mi dici della modalità Priorità alla velocità dell'otturatore che hai menzionato?" Funziona allo stesso modo della priorità del diaframma, tranne che la tua fotocamera controlla l'apertura e tu controlli la velocità dell'otturatore e ISO.

L'ho saltato perché ... beh, è non è così utile nella maggior parte delle situazioni. Non c'è molta differenza tra i tempi di posa rapidi e se utilizzi una bassa velocità dell'otturatore, il manuale di solito è migliore della Priorità alla velocità dell'otturatore.

Semplifica le cose, vero?

Che diaframma, otturatore e valori ISO dovresti usare?

Ora che hai iniziato a prendere effettivamente il controllo della tua fotocamera, quali valori dovresti usare per queste diverse impostazioni? Diamo un'occhiata.

Diaframma

L'apertura è l'impostazione più importante da controllare. Più della velocità dell'otturatore o ISO, determina il modo in cui la maggior parte delle immagini sta andando a guardare. Hai molta libertà quando scegli un diaframma. Qualsiasi valore può funzionare bene, dipende solo da quello che vuoi.

Se vuoi uno sfondo sfocato o una velocità dell'otturatore elevata, più ampia è l'apertura, meglio è. Da qualche parte tra f / 1.8 ef / 5.6 (a seconda di cosa consente l'obiettivo) è perfetto. Ciò ti consentirà di ottenere uno sfondo sfocato e la massima velocità dell'otturatore possibile.

Se stai cercando un'immagine che è praticamente a fuoco ovunque senza sacrificare troppo tempo di scatto, scegli qualcosa tra f / 8 ef / 16. Le aperture più larghe in questa gamma avranno una profondità di campo leggermente inferiore ma velocità dell'otturatore più elevate e diaframmi più stretti avranno una maggiore profondità di campo ma tempi di posa più lenti.

Se si desidera assolutamente tutto a fuoco o una velocità dell'otturatore molto bassa, puoi usare un'apertura più stretta di f / 16. L'unica cosa da stare attenti è che la maggior parte degli obiettivi non è al loro meglio alle aperture estreme, quindi potresti iniziare a vedere alcuni effetti strani quando premi f / 22.

Velocità dell'otturatore

La velocità dell'otturatore non è Normalmente è critico come il diaframma, ma svolge comunque un ruolo importante nel modo in cui le immagini si presenteranno.

Qualsiasi tempo di posa più veloce di 1/1000 di secondo sta per congelare il movimento. Se vuoi vedere il sudore volare via da un giocatore di calcio mentre calcia la palla o catturare un colpo secco di uno sciatore indietro, scatta con una velocità dell'otturatore in millesimi di secondo.

Tra circa 1/100 di secondo e 1/1000 di secondo, non si ottiene lo stesso movimento di congelamento. Se spari qualcosa che si muove a 60 miglia all'ora con una velocità dell'otturatore di 1/500 di secondo, si sposterà di cinque centimetri durante lo scatto. Questo è sufficiente per il motion blur. Invece, questa gamma è perfetta per la ripresa di oggetti in movimento lento (si pensi a persone o animali domestici) con una fotocamera palmare. Niente si muove abbastanza velocemente da causare problemi. La maggior parte dei ritratti che faccio rientrano in questo intervallo.

Dal 1/100 di secondo fino a circa 1/10 di secondo è una specie di zona morta. Puoi andare in giro a maneggiare una fotocamera se necessario, ma le immagini non saranno chiare. Gli oggetti che si muovono lentamente si confonderanno, ma non abbastanza per sembrare buoni. È possibile riprendere alcuni paesaggi o scatti notturni con questi tempi di otturazione, ma in genere vale la pena di essere evitati.

Qualsiasi tempo compreso tra 1/10 di secondo e 30 secondi equivale al tempo del treppiede. Non sarai in grado di tenere la fotocamera in mano senza problemi seri. Questo è il punto in cui inizi a scattare foto a lunga esposizione e deliberato sfocatura di movimento. Puoi scattare belle foto di notte. Le foto di acqua e nuvole assumono un aspetto sereno mentre tutte le singole increspature corrono l'una nell'altra. Un sacco di foto meravigliose sono scattate con questi tempi di posa lenti.

Con tempi di posa più lunghi di 30 secondi, si passa alla fotografia a lunga esposizione. Gli oggetti in movimento non appaiono nemmeno nelle tue immagini. È possibile riprendere una scena di strada e tutti sono ridotti a una massa di colori vorticosi.

ISO

ISO è un po 'strano perché per la maggior parte importa poco ... fino a quando non rovina le foto. Come ho detto sopra, vuoi usare la ISO più bassa possibile.

Su una DSLR moderna, le foto scattate con un ISO compreso tra 100 e 400 saranno praticamente indistinguibili. Non ci sarà quasi rumore nelle foto. Anche se 100 è meglio, qualsiasi cosa in questa gamma ti darà ottime foto.

Tra 400 e 1600, avrai comunque buone foto, ma inizierai a vedere un po 'di rumore. Le fotocamere più recenti (e di fascia più alta) manterranno foto ragionevolmente pulite fino a circa 1600; non saranno belli come le foto scattate con ISO più bassi.

Da 1600 a 3200 (circa 6400 su una fotocamera professionale) si ottengono foto che sono ancora tecnicamente utilizzabili, ma con un rumore molto visibile. Probabilmente non rovinerà le foto, ma vorrai evitare di usare ISO così tanto, a meno che tu non possa davvero evitarlo. Di seguito è riportato un ritaglio del mio volto a 6400 ISO da un 5DIII.

Oltre a questo, è gratuito per tutti. Le tue foto avranno un rumore davvero visibile, al punto che inizieranno a oscurare i dettagli. L'unico momento per utilizzare una ISO così alta è quando catturare qualsiasi foto è più importante che ottenerne una buona.


E questo è tutto ciò che devi sapere per iniziare. Prendere il controllo manuale della tua macchina fotografica è sorprendentemente semplice. Una volta compreso l'apertura, la velocità dell'otturatore e l'ISO e come controllarli con la modalità Priorità apertura, puoi iniziare a essere creativo con le tue foto.


Come regolare Overscan sullo schermo SHIELD Android TV

Come regolare Overscan sullo schermo SHIELD Android TV

Se si dispone di una TV più vecchia e di una TV NVIDIA SHIELD Android, è possibile notare che alcuni contenuti vengono tagliati intorno ai bordi. Questo è chiamato overscan, e può essere incredibilmente fastidioso in un certo numero di situazioni, non escludendo una delle principali caratteristiche di SHIELD: i giochi.

(how-to)

Come abilitare gli aggiornamenti automatici di sicurezza su Ubuntu Server

Come abilitare gli aggiornamenti automatici di sicurezza su Ubuntu Server

Non c'è niente di più noioso di un amministratore di sistema che eseguire aggiornamenti di sicurezza su una dozzina di server ogni giorno. Fortunatamente Ubuntu ti consente di automatizzare gli aggiornamenti di sicurezza stabili in modo da non essere mai a rischio. Tutto ciò che devi fare è eseguire questo singolo comando sul tuo server: sudo dpkg-reconfigure -plow aggiornamenti non presidiati Se ricevi un errore sul fatto che il pacchetto non viene installato, esegui prima questo: sudo apt installa aggiornamenti automatici Se hai effettuato il login come root puoi saltare il sudo, naturalmente.

(how-to)