it.phhsnews.com


it.phhsnews.com / Come funziona l'algoritmo di ordinamento di News Feed di Facebook

Come funziona l'algoritmo di ordinamento di News Feed di Facebook


Facebook non usa un feed cronologico, come fa Twitter (o come Facebook). Invece, ciò che vedi nel tuo feed di notizie è determinato da un algoritmo che ordina le cose in base a ciò che Facebook pensa di voler vedere. Questa è una causa di una certa costernazione.

Ogni tanto una pagina o una persona che seguo su Facebook si lamenta che i loro post raggiungono solo una piccola parte dei loro follower e chiede a tutti di aggiungerli alla loro lista See First in modo che possano "Continua a raggiungere tutti i fan". Affermano che Facebook li sta tagliando e li nasconde da alcuni dei feed dei loro follower, quindi pagheranno per i messaggi sponsorizzati. Ma non è così che funziona Facebook.

Se hai usato Facebook per alcuni anni, le probabilità sono che sei amico di alcune centinaia di persone (la maggior parte delle quali non ti interessa davvero) e che ti sia piaciuto troppo molte pagine (di nuovo, molte delle quali probabilmente non ti interessano). Il mio amico conta ben oltre il 1100 e temo di pensare a quante pagine mi sono piaciute.

Facebook vuole mantenere te e me, gli utenti, fidanzati. Hanno versato milioni di dollari per trovare il modo di far rientrare il maggior numero possibile di persone per un altro colpo di crack sociale. Mostrandoci un carico di storie da ex amici o pagine che ci piacevano provare e vincere un iPhone 4 non ci riuscirai. Quindi Facebook ha dovuto trovare un modo per aggirarlo.

Come Facebook determina cosa vedi

Quindi, come fa Facebook a determinare quali storie appaiono e cosa no? Come dicono nelle loro FAQ:

Le storie che appaiono nel tuo feed di notizie sono influenzate dalle tue connessioni e attività su Facebook. Questo ti aiuta a vedere più storie che ti interessano dagli amici con cui interagisci di più. Il numero di commenti e post che un post riceve e il tipo di storia (es: foto, video, aggiornamento di stato) può anche far sì che sia più probabile che appaia nel tuo feed di notizie.

Questo è un po 'vago, quindi contattato Facebook per saperne di più.

Facebook ha un sacco di informazioni su di esso e Facebook non vuole mostrarti storie che non ti interessano. Quindi, ogni volta che apri Facebook, l'algoritmo esamina tutte le possibili storie che potresti mostrare. Tutto ciò che i tuoi amici e le pagine che segui hanno pubblicato dall'ultimo accesso è incluso. Ogni storia è valutata individualmente e data un punteggio di pertinenza; una misura di quanto probabilmente Facebook pensi di trascorrere del tempo a visualizzarlo, come farlo, commentarlo o condividerlo. Questo punteggio è unico per te. Un post dalla pagina Facebook di How-To Geek avrebbe un punteggio diverso per te di quello che fa per me. Facebook utilizza questi segnali come proxy di interesse effettivo.

Ci sono migliaia di segnali diversi che determinano il punteggio di pertinenza di una storia, ma la più importante è chi l'ha pubblicata, che tipo di contenuto è, quante interazioni ha, e quando è stato pubblicato.

Quando aggiungi qualcuno su Facebook, l'algoritmo non sa se sono il tuo nuovo migliore amico o straniero dal quale stai acquistando una TV. Nel corso del tempo, mentre interagisci con la tua bestie di più, Facebook impara che sono qualcuno a cui tieni in modo che i loro post ottengano un punteggio di pertinenza più alto di quelli di una vecchia scuola casuale.

Il tipo di post è molto importante, pure. Se guardi molti video, ti verranno mostrati altri video. Se ti piacciono principalmente i messaggi di testo, sono quelli che appariranno più. Se non interagisci mai con le foto, ne vedrai meno.

Per quanto riguarda Facebook, le interazioni (Mi piace, condivisioni e così via) sono un buon indicatore di quanto sia interessante qualcosa. Quindi, se c'è una scelta tra due post della stessa pagina, uno con centinaia di "Mi piace", l'altro con poche decine, verrà mostrato per primo quello con centinaia.

Infine, Facebook tiene conto del passato. Online, tutto si muove velocemente. Qualcosa che è stato pubblicato la scorsa settimana probabilmente non è così interessante come qualcosa postato un'ora fa.

Tutti questi fattori nel punteggio di pertinenza di una storia, che poi determina se lo vedrai o meno.

Come Facebook decide l'ordine di ciò che vedi

Una volta calcolati i punteggi di pertinenza, Facebook deve decidere in quale ordine vedrai tutto. Questa parte è semplice: le storie sono organizzate dalla più rilevante alla meno rilevante.

Once viene mostrata una storia, è bloccata sul posto. Se visiti Facebook alle 13:00, tutte le potenziali storie dalla tua ultima visita saranno prese in considerazione e le più rilevanti mostrate. Se visiti nuovamente Facebook alle 15:00, verranno prese in considerazione tutte le storie possibili delle ultime due ore. Tutti quelli che vengono mostrati verranno inseriti nel tuo feed di notizie sopra tutte le storie che hai visto l'ultima volta che hai visitato. Ecco perché, se continui a scorrere verso il basso, arrivi alle stesse vecchie storie.

Dove questo approccio cade brevemente e come risolverlo

L'algoritmo del feed di notizie viene costantemente aggiornato. Ogni volta che interagisci con una nuova storia, Facebook sta registrando quei dettagli e usandoli determina quali post sono più suscettibili di interessarti in futuro.

CORRELATI: Come assegnare la priorità al tuo feed di notizie su Facebook per iOS

A volte però, l'algoritmo può avere un'idea sbagliata. Forse hai ragione di interagire con una persona davvero intensamente per un breve periodo di tempo oppure i post di una ex ragazza sono ancora presenti per primi nel tuo feed di notizie un anno dopo che ti sei rotto. Se questo è il problema, consulta la nostra guida per stabilire manualmente la priorità del tuo feed di notizie. Puoi selezionare alcune persone da mostrare per prime e altre per nascondere tutto ciò che pubblicano.


Come evitare venditori di Amazon falsi e infetti

Come evitare venditori di Amazon falsi e infetti

Amazon è uno dei più grandi mercati di direct-to-consumer del pianeta. E non solo per i propri beni e servizi: sebbene l'azienda gestisca enormi magazzini in tutto il mondo, consente anche alle piccole imprese di vendere articoli più difficili da reperire sul proprio mercato, compresi singoli venditori di articoli nuovi e usati.

(how-top)

Come aggiungere Google, Exchange, Facebook e altri account su macOS

Come aggiungere Google, Exchange, Facebook e altri account su macOS

In passato, se si desidera aggiungere Gmail a macOS Mail e il proprio Google Calendar a macOS Calendar, si ' d inserisci le tue credenziali Google separatamente in entrambe le applicazioni. Non aveva senso: è lo stesso account, quindi perché è necessario effettuare l'accesso separatamente? Apple lo ha risolto alcuni anni fa aggiungendo account Internet al pannello delle Preferenze di Sistema.

(how-top)