it.phhsnews.com


it.phhsnews.com / Centinaia di app per smartphone stanno spiando il tuo televisore a guardare. Ecco come disabilitarli

Centinaia di app per smartphone stanno spiando il tuo televisore a guardare. Ecco come disabilitarli


Se hai paura che il tuo smartphone ti stia spiando ... beh, hai ragione. Ma questa è una parte non facoltativa della vita moderna: accumulare enormi quantità di dati sui consumatori è come aziende come Google operano. Ma di recente alcune app di terze parti sono state trovate con qualche libertà in più di quanto dovrebbero, come un HAL 9000 in tasca.

Il New York Times ha riferito a fine dicembre che centinaia di app Android sono state trovate curiosare sui propri utenti con i microfoni incorporati sugli smartphone. Nello specifico, queste app stanno ascoltando trasmissioni televisive, spot pubblicitari e persino film che guardi in teatro, accumulando informazioni su che tipo di cose ti piace guardare. Il software di terze parti, di una società chiamata Alphonso, è stato incorporato in molte app Android disponibili gratuitamente sul Play Store. Alcune delle app sono disponibili anche su iPhone e le loro voci App Store rivendicano l'uso della stessa tecnologia e delle stesse abitudini di snooping.

Perché ascoltare le trasmissioni TV?

Il software di Alphonso utilizza la stessa tecnologia utilizzata da Shazam e servizi simili per rilevare automaticamente la canzone che stai ascoltando. Esso campiona piccoli bit di audio, creando una "impronta digitale" di esso e confrontandolo con un database sul loro server per identificare lo spettacolo o il film. Infatti, il CEO di Alphonso afferma di avere un accordo con Shazam e di utilizzare la loro tecnologia specifica per farlo. Ma questo software incorporato può persino essere in ascolto anche quando lo schermo del tuo telefono è spento ed è apparentemente inattivo.

I link generati dal sistema di Amazon nella parte inferiore di ogni pagina sono una forma abbastanza benigna di pubblicità mirata, basata sui profili. > Perché? È tutto sulla pubblicità. Le aziende di marketing sanno che le persone che guardano determinati programmi televisivi hanno maggiori probabilità di acquistare determinati prodotti. Ad esempio, se stai guardando in modo eccessivo l'ultimo spettacolo Marvel Comics su Netflix, è ragionevole supporre che clicchi su un annuncio per una vendita di Blu-ray

Avengers la prossima volta che stai navigando su Amazon . Se guardi Hawaii Five-0 su CBS, potresti essere un po 'più interessato a una vacanza in linea di crociera che, per esempio, biglietto aereo per New York City. Se guardi NBC Nightly News , potresti essere più propenso a volere un abbonamento al Wall Street Journal. Queste connessioni minori e altre migliaia come loro creano un profilo di te come consumatore, connesso alle tue identità digitali su Google, Amazon, Apple, Windows, Facebook, Twitter e più o meno tutti i principali hub mobili e web in circolazione. Non è esattamente insidioso - non sei costretto a fare qualcosa che non vuoi - ma ogni pezzo di dati e ogni connessione fatta in questi profili ha un unico scopo. Lo scopo è renderti più propenso all'acquisto di materiale e ciò rende i dati raccolti incredibilmente preziosi.

In base ai miei dati utente e ai cookie di tracciamento, gli inserzionisti mi indirizzano su Facebook con annunci pertinenti che sono più propensi a fare clic.

Da qui i metodi subdoli che aziende come Alphonso stanno raggiungendo per ottenere ancora più dati sulla tua vita e sui tuoi desideri. Più dati raccolgono, più completa è l'immagine che possono formare di te come consumatore e più gli inserzionisti li pagheranno. Non è illegale, e alcuni di loro stanno seguendo delle linee molto sottili per mantenerlo in quel modo. Alphonso afferma di non registrare mai i dati vocali del linguaggio umano dalle persone, ma solo l'audio proveniente dai televisori e da altri dispositivi elettronici. Ma non si può negare che l'idea del tuo telefono che ascolti ciò che sta accadendo intorno a te sia inquietante, specialmente se non l'hai chiesto espressamente di farlo.

Ironia della sorte, Facebook è stato ripetutamente accusato di questo stesso comportamento spionistico, nonostante nessuna prova che stia effettivamente succedendo. I ricercatori di sicurezza non hanno ancora trovato alcuna prova che l'app di Facebook attivi i microfoni del telefono senza dirti ... ma è del tutto possibile che i partner pubblicitari di Facebook utilizzino i dati raccolti da

altre app che utilizzano Alphonso e altre società di raccolta dati per servirvi annunci pertinenti. Come ascoltano?

Li lasciate. No, sul serio: queste app devono chiedere il permesso di ascoltarti. Ma non sono del tutto onesti quando ascoltano, ascoltano, perché ascoltano e cosa fanno con i dati che raccolgono.

Facciamo una dimostrazione pratica. Ho scaricato una delle applicazioni identificate nell'articolo del New York Times sul mio telefono Android. È un gioco di freccette free-to-play conosciuto come Darts Ultimate. Dopo aver eseguito l'app per la prima volta, chiede l'autorizzazione per accedere alla posizione e al microfono. Questo in realtà ti dice esplicitamente che stai ascoltando anche la tua TV.

Pensaci: quale bisogno potrebbe avere un semplice gioco di freccette per avere accesso alla posizione del tuo telefono? Perché dovrebbe essere necessario ascoltare il microfono per qualcosa? Non è così: si tratta di informazioni che trasmette a società di marketing e pubblicità. E ora, attraverso il sistema di permessi Android e un singolo pop-up, quelle cose che la stragrande maggioranza degli utenti toccheranno semplicemente "OK" senza pensarci: ha il tuo permesso di farlo.

Che cos'è l'app? a dirti che sta utilizzando il software incorporato nel gioco e le API nel sistema operativo Android per ascoltare le trasmissioni televisive e in streaming anche quando il telefono non è acceso. Oltre ad essere spiazzante, lo sviluppatore dell'app sta facendo soldi con te e il tuo telefono senza che tu giochi nemmeno il gioco, per non parlare dell'uso della potenza di elaborazione del telefono e della batteria su cose che probabilmente preferiresti non fosse.

Come puoi fermarli?

Il modo più semplice per impedire a queste app di curiosare in TV è semplicemente disinstallarle o non installarle mai prima. Tenere un sacco di app non necessarie sul telefono, soprattutto dal tipo di sviluppatori senza scrupoli che prenderebbero un contraccolpo per inserire software pubblicitari aggiuntivi nel loro annuncio, è un buon modo per ucciderne le prestazioni.

CORRELATO:

Come Gestire le autorizzazioni delle app su Android La cosa migliore da fare è tenere d'occhio quelle autorizzazioni mentre usi le app. In Android 6.0 e versioni successive, un'app deve richiedere manualmente l'autorizzazione all'utente per accedere all'hardware come il microfono e chiedere al primo punto di utilizzo. iOS ora funziona allo stesso modo. Basta toccare "Non consentire" nel pop-up di autorizzazione per tutto ciò che non pensate che l'app abbia davvero bisogno di usare. Questa è una buona politica generale, infatti, e i giochi e altre semplici app non dovrebbero richiedere queste autorizzazioni in primo luogo. Ecco alcuni dei più rischiosi a cui prestare attenzione:

Microfono

  • Telefono
  • SMS
  • Posizione
  • Contatti
  • Telecamera
  • Dati cellulari
  • Alcune app potrebbero avere un uso legittimo per un permesso che non è immediatamente evidente. Ad esempio, molte app richiedono l'accesso all'autorizzazione Telefono solo in modo che possano salvare o mettere in pausa se ricevi una chiamata in arrivo. Ma raramente vi è motivo per un gioco semplice di aver bisogno di accedere alla capacità di sms di SMS. Alcune app potrebbero cessare del tutto se vengono negate una o più autorizzazioni, ad esempio,

Pokemon GO non può funzionare senza conoscere la tua posizione. Dovrai decidere tu stesso quanto è appropriato l'accesso in base all'app. Se desideri rimuovere i permessi da qualsiasi app, ecco come farlo.

Su Android

Se hai un Android dispositivo, vai al menu Impostazioni principale, quindi tocca App. Tocca l'app specifica che desideri regolare.

Tocca "Autorizzazioni". Questo ti mostrerà un elenco di autorizzazioni che l'app ha richiesto e quali sono attualmente abilitate. Basta toccare il cursore sul lato destro dello schermo per abilitare o disabilitare le autorizzazioni individualmente.

Per ulteriori dettagli sulla gestione delle autorizzazioni delle app Android, consulta questa guida.

Su iPhone e iPad

CORRELATI:

Come gestire le autorizzazioni delle app sul tuo iPhone o iPad Su iOS, il menu Impostazioni consente di accedere a un elenco principale di quali app hanno accesso a permessi specifici (chiamati "Accesso" nell'interfaccia). Questi sono suddivisi in diverse sezioni, però. Nel menu Impostazioni principale, tocca "Privacy". Ciascuna delle sottosezioni in questa schermata elenca tutte le app utilizzando le rispettive autorizzazioni, consentendoti di disabilitarle selettivamente una per una.

Se sei più preoccupato per una singola app, torna al menu Impostazioni principale e scorri verso il basso fino a quando l'app non compare nell'elenco. Toccalo e vedrai tutte le autorizzazioni richieste e concesse in "Consenti a [app] di accedere". Puoi toccare ogni singola autorizzazione per attivarla o disattivarla.

Puoi leggere la gestione dell'accesso ai permessi in iOS qui.

Ancora una volta, il modo migliore per mantenere la tua privacy da app come questa è non usarli in primo luogo. Presta attenzione a ogni popup che vedi, pensa al motivo per cui un'app può richiedere le autorizzazioni che fa, e se qualcosa sembra strano, cerca nella pagina dello store o nel sito web dell'app o ignoralo completamente.


Immagine: William Potter / Shutterstock.com.


Come consentire a qualcun altro di utilizzare il computer senza fornirgli l'accesso a tutti i tuoi contenuti

Come consentire a qualcun altro di utilizzare il computer senza fornirgli l'accesso a tutti i tuoi contenuti

Se permetti a qualcuno di usare il tuo computer, potrebbe ottenere l'accesso alle tue password salvate, leggere la tua email, accedere tutti i tuoi file e altro ancora. Invece di guardare oltre le loro spalle, basta usare la funzione dell'account ospite del sistema operativo. Gli account guest si trovano su tutti i sistemi operativi desktop, da Windows e Mac a Ubuntu, Chrome OS e altre distribuzioni Linux.

(how-top)

Cosa significa l'icona a forma di D accanto alla mia porta USB-C Media?

Cosa significa l'icona a forma di D accanto alla mia porta USB-C Media?

La maggior parte delle volte è abbastanza semplice capire quali sono le varie porte e i simboli stampati accanto a sono sul nostro computer, ma ogni tanto compare un simbolo nuovo o diverso. Con questo in mente, il post di Q & A di SuperUser di oggi ha la risposta alla domanda di un curioso lettore. La sessione di domande e risposte di oggi ci viene fornita per gentile concessione di SuperUser, una suddivisione di Stack Exchange, un raggruppamento di siti Web di domande e risposte.

(how-top)