it.phhsnews.com


it.phhsnews.com / Blizzard sta facendo gli eSports con il suo nuovo Overwatch League

Blizzard sta facendo gli eSports con il suo nuovo Overwatch League


Gli eSport, il nome colloquiale e irritante per i tornei organizzati con PC multiplayer e console, sono di gran moda in questi giorni ... tra i geek. Ma a causa delle loro radici decisamente geek, sembra esserci un richiamo limitato per il pubblico generale: è improbabile che ti sintonizzi con la DOTA Internazionale se non hai mai giocato un round del gioco stesso.

Blizzard spera di rendere il ricorso agli eSports molto più ampio e i suoi metodi per farlo sono interessanti ... e non perché siano particolarmente nuovi. Il campionato competitivo creato per lo sparatutto a squadre Overwatch si appoggia ai pilastri degli sport professionistici convenzionali come il baseball, il calcio e il calcio, sperando di attirare l'attenzione degli appassionati di sport vecchio stile e dei principianti allo stesso modo . Ecco come.

Squadre basate su città, non sponsor

Prima di oggi, gli eSports basati sul team sono stati riempiti con team con nomi e progetti che si appoggiavano alla cultura dei giocatori online (Evil Geniuses, Team EnVyUs, FaZe Clan) o semplicemente prende il nome dai loro sponsor, come Samsung Galaxy o SK Telecom. Ed è abbastanza facile per i fan degli eSport seguire la loro squadra preferita, ma è difficile immaginare che i watercooler parlino della grande vittoria del Team Virtus.pro su CDEC la scorsa notte.

Entra nell'approccio basato sulla città di Blizzard. L'Overwatch League ha attualmente dodici squadre in programma per la sua stagione inaugurale dell'anno prossimo, tutte nuove di zecca, anche se alcune sono di proprietà dei proprietari e dei gestori dei principali team eSports esistenti. Sono:

  • The Boston Uprising
  • The Dallas Fuel
  • The Houston Outlaws
  • The London Spitfire
  • The Los Angeles Valliant
  • The New York Excelsior
  • The Philadelphia Fusion
  • The San Francisco Shock
  • The Seoul Dynasty
  • The Shanghai Dragons
  • Due squadre ancora senza nome con sede a Los Angeles e in Florida

Nota come i luoghi e i nomi dinamici delle squadre suonano come qualcosa che avresti aspettarsi in una lega sportiva convenzionale. Se ti dicessi che le squadre di cui sopra sono state squadre di baseball AAA o squadre di rugby femminile, non avresti battuto ciglio. Questo fa parte della strategia generale di Blizzard: rendere il più semplice possibile per i fan degli sport convenzionali passare a guardare gli eSports.

Blizzard non è l'unico a prendere nota. Mentre la maggior parte di questi team è di proprietà dei proprietari e dei finanziatori dei maggiori team eSports esistenti, alcuni giocatori di spicco degli sport convenzionali stanno entrando in azione. I proprietari dei New England Patriots, Los Angeles Rams, Arsenal Football Club e New York Mets hanno tutti investito nella Overwatch League con squadre nelle rispettive città.

I team avranno partnership standard e sponsorizzazioni con i principali marchi, ma l'identità e il marchio dei team si concentreranno su città e regioni specifiche, proprio come i team sportivi pro in tutto il mondo. Questa è una differenza grande e molto intenzionale rispetto all'organizzazione più o meno indipendente di eSports come è adesso. È una distinzione importante: è più probabile che porti un amico a vedere "Il Valiant gioca ai Fuorilegge di Houston" piuttosto che vedere "Counter Logic Gaming contro Newbee". Associare squadre con le città dà anche alle persone un motivo per tifare per uno l'altro, anche se non hanno familiarità con i giocatori (o anche con il gioco stesso).

Grafica e design basati sugli sport convenzionali

Siamo ancora a mesi dalle prime partite pre-stagione del Overwatch League, ma Blizzard ha iniziato a pubblicare la grafica e i logo iniziali per alcuni dei team sul suo sito ufficiale. Controllali:

Ancora una volta, possiamo vedere che Blizzard e i suoi partner si stanno ispirando a temi sportivi convenzionali per dare un nuovo appello alla Lega. I loghi e la tipografia si abbinano allo stile dei moderni loghi sportivi, con linee dinamiche e colori contrastanti. Anche i nomi sono legati alla storia e alla cultura della loro città, ove possibile: il London Spitfire prende il nome dall'iconico aereo da caccia della RAF trasportato nella seconda guerra mondiale.

L'appello della squadra sportiva non si ferma qui. Blizzard sta creando skin personalizzate per ogni squadra, applicandole a tutti i personaggi giocabili di Overwatch. Questo ha due scopi. Uno, renderà più facili i singoli giochi da guardare con il giocatore facilmente distinguibile tra squadre, proprio come i veri sport professionistici. Confrontalo con il caos relativo della competizione media MOBA, ed è facile capire perché Blizzard vuole che anche i suoi personaggi digitali si adattino ai colori della squadra virtuale. I giochi seguiranno anche le linee guida della NFL per le uniformi di casa e fuori casa: le squadre cittadine "di casa" saranno principalmente in varianti nere o scure con squadre "in visita" in colori bianchi o luminosi. Anche gli effetti speciali, i proiettili di proiettili e gli effetti delle armi saranno codificati a colori per le squadre. "Vogliamo rendere super-ovvio che tu sappia quale squadra stai guardando e quale giocatore stai guardando in ogni momento", ha detto il game director di Overwatch Jeff Kaplan.

Oh Canada! Le divise coordinate riceveranno un test a Blizzcon 2017.

Il secondo scopo è, naturalmente, il merchandising. Puoi scommettere che Blizzard e i suoi compagni di squadra useranno quelle divise per vendere maglie e altri beni reali e, eventualmente, anche le pelli a marchio di squadra per i giocatori abituali da utilizzare nelle partite casuali. Con dodici squadre, ciascuna con combinazioni di colori di casa e fuori, Blizzard produrrà non meno di seicento pelli di eroi per i suoi personaggi di Overwatch. Puoi scommettere che esiste già un piano per monetizzare tutti e ciascuno. Il potenziale per le vendite di marca, sia nel mondo reale che in quello digitale, va ben oltre i maldestri eSports e l'etichettatura "pro gamer" che abbiamo visto finora.

Regole dei contratti per team e giocatori

Mentre i proprietari ottengono una discreta quantità del margine di manovra nel reclutare e mantenere le proprie squadre, Blizzard ha inserito alcuni minimi di ammiraglio per i concorrenti nel suo campionato ufficiale. Questi includono un'età minima di 18 anni, uno stipendio minimo annuale di $ 50.000 USD (o l'equivalente in valuta estera), un'assicurazione medica completa e alloggi gratuiti durante la stagione. Questa è una pasta seria solo per essere parte di un roster di squadra: la maggior parte dei concorrenti di eSports gioca quasi esclusivamente per le vincite, con le migliori squadre che offrono uno stipendio più piccolo. (I vincitori della Overwatch League manterranno anche almeno metà del montepremi dal montepremi pari a $ 3,5 milioni.)

Per dirla senza mezzi termini, potresti giocare duro, allenarti, assicurarti un posto in una squadra di Overwatch professionista e trattare è come un vero lavoro. L'inferno, con ogni definizione ragionevole, è è un vero lavoro: $ 50.000 è circa il 40% superiore al reddito medio singolo negli Stati Uniti. Getta in assicurazione, viaggi computati e entrate extra dalle vincite, e l'approccio organizzato di Blizzard agli eSport fa sembrare più simili ai campionati sportivi convenzionali e meno l'approccio vincente-take-all che abbiamo visto finora.

Leghe alimentate costruite Into the Main Game

Gli sport pro hanno campionati minori, squadre indipendenti e sponsorizzate composte da giocatori meno talentuosi e promettenti che non sono ancora pronti per le major, ma possono essere richiamati in qualsiasi momento. Overwatch sta diventando qualcosa di simile. Oltre alla modalità classificata nel gioco per PC e console (che non ha puntate eccetto i diritti di vanteria in classifica), c'è una lega minore chiamata Overwatch Contenders che gioca su un palco più piccolo. Sedici squadre giocano il turno iniziale del torneo online, aprendo la competizione a più o meno tutti (almeno a tutti coloro che soddisfano i requisiti di idoneità oltre i 18). Le ultime due fasi, con le prime quattro squadre, si svolgeranno in eventi offline, con un montepremi di $ 100.000.

I contendenti consentono ai giocatori che vogliono andare pro una possibilità di entrare in azione con investimenti più o meno nulli e proprietari e reclutatori della grande lega per trovare facilmente giocatori con le competenze e il lavoro di squadra per arrivare fino in cima.

Luoghi eSports disattivati ​​

Tutti sanno che non si può essere uno sport reale senza spazi dedicati incredibilmente esorbitanti. Blizzard ha coperto questo: ha aperto la Blizzard Arena di Los Angeles il mese scorso. Mentre la capacità dell'edificio non è nemmeno lontanamente vicina agli stadi più piccoli, il primo stadio utilizzato da The Tonight Show è stato rinnovato da zero per supportare le esigenze uniche degli eSport. Ad esempio, le due squadre sono affiancate dalle gigantesche schermate in stile cinema in cui si svolge l'azione principale, e l'annunciatore e il commentatore del colore siedono in un palcoscenico illuminato visibile alla folla.

Blizzard non è l'unico a investire in spazi dedicati al gioco. eSports Arena è una società indipendente che ospita competizioni in località personalizzate in California e Las Vegas. Con i team basati sulle città che spuntano negli Stati Uniti, nel Regno Unito, in Cina e nella Corea del Sud, puoi scommettere che Blizzard li incoraggerà a costruire i loro "stadi domestici" o affittare spazi simili per un'esperienza di visione affidabile.

Con investimenti da magnati sportivi tradizionali, interesse da giganti come ESPN, e montepremi sempre più grandi, eSports è pronto per una grande svolta nell'intrattenimento tradizionale. Indipendentemente dal fatto che possa effettivamente ottenere quel controllo, soprattutto nei prossimi anni cruciali, probabilmente determinerà come verrà trattato in futuro. Blizzard scommette molto su eSports e, in qualità di proprietario e organizzatore del proprio campionato, è pronto per un enorme profitto che può farlo funzionare.

Immagine: Rolling Stone, Blizzard


Come scattare buone foto della luna

Come scattare buone foto della luna

La luna è un soggetto difficile da fotografare. Quando esci nella notte della luna piena, sembra enorme, domina il cielo. Ma poi fai una foto veloce e ... è un piccolo blob bianco indistinto. Ci sono alcune cose che devi fare per scattare foto della luna, quindi scomporla. Che cosa fa una buona luna foto Prima di scattare una foto della luna, devi sapere due cose: la luna è molto molto luminosa ed è molto molto lontana.

(how-top)

Qual è il miglior client Plex per gli utenti HTPC?

Qual è il miglior client Plex per gli utenti HTPC?

Hai configurato un server Plex e ora ti stai chiedendo quale sia il miglior client per guardare i contenuti sul tuo PC home theater. La risposta: dipende. CORRELATO: Come impostare Plex (e guardare i tuoi film su qualsiasi dispositivo) Per la maggior parte delle persone, il Plex Media Player ufficiale fa il lavoro bene, ma gli utenti possono trova la mancanza di impostazioni video avanzate e opzioni di personalizzazione che limitano.

(how-top)