it.phhsnews.com


it.phhsnews.com / Non disturbare: perché non vuoi caricare in modalità wireless lo smartphone

Non disturbare: perché non vuoi caricare in modalità wireless lo smartphone


La ricarica wireless è sopravvalutata, almeno nella sua forma attuale. Il sogno della potenza wireless è eccezionale, ma le attuali tecnologie di ricarica wireless sono più "plugless" che "wireless". Sono anche meno convenienti, più lente e meno efficienti del semplice collegamento del telefono.

Siamo onesti: I caricatori wireless sono più interessanti come prova del concetto e danno uno sguardo alle tecnologie future di quanto non siano pratici. Quando si carica lo smartphone, è necessario collegarlo con un cavo.

I caricabatterie wireless sono ancora più precisi rispetto ai cavi di ricarica

CORRELATI: Come funziona la ricarica wireless?

Per utilizzare un caricatore wireless, posiziona il tuo smartphone su un "tappetino di ricarica". Il tappetino è collegato a un cavo e si trova su un tavolo, ad esempio potresti lasciarlo sul comodino. Mentre lo smartphone è posizionato su quel tappetino di ricarica, il tappetino trasmetterà in modalità wireless l'alimentazione al telefono. Sollevare lo smartphone dal tappetino e la ricarica wireless si interromperà.

Pensiamoci: quali altre tecnologie "wireless" funzionano in questo modo? Internet wireless (Wi-Fi) funziona ovunque nella tua casa. Non è necessario posizionare il portatile sul router per ottenere l'accesso a Internet. Questo è il punto principale di Internet senza fili - hai la libertà di muoverti.

CORRELATO: Smetti di stringere vicino allo sbocco: Cavi per smartphone più lunghi sono sporchi

In termini di pura libertà di movimento, un cavo di ricarica è solo meglio Sì, il cavo fornito con lo smartphone è molto breve e richiede di essere molto vicino a una presa di corrente. Ma puoi acquistare cavi di ricarica di terze parti molto più lunghi: sia i cavi Lightning per iPhone che i cavi USB standard per telefoni Android. Collega il tuo smartphone a quel cavo più lungo e puoi effettivamente usarlo mentre è in carica. Non devi inciampare sul tavolo per usare il telefono. Con un caricabatterie wireless, dovresti tenerlo d'occhio per usarlo mentre è in carica.

Ad esempio, supponiamo che tu carichi lo smartphone sul comodino. Potresti utilizzare un tappetino di ricarica e il telefono si ricaricherà solo mentre è seduto su quel tappetino oppure utilizzare un cavo più lungo. Se lo si collega con un cavo, si potrebbe sollevare il telefono dal tavolo e utilizzarlo mentre si carica.

Lo stesso vale per i caricabatterie anche in altri luoghi. Quando si carica uno smartphone alla scrivania, è possibile lasciarlo su un pad per tutto il tempo o collegarlo a un cavo più lungo che consente di sollevare il cavo e usarlo.

Un cavo più lungo sarà molto più economico rispetto all'acquisto di un caricatore wireless, anche. C'è un altro problema nell'ottenere un caricabatterie wireless: devi spendere di più, spesso $ 50 o più, per un dispositivo che è probabilmente meno conveniente.

E, a proposito - a seconda dello smartphone e del caricabatterie wireless, potrebbe essere un po ' schizzinoso. Non puoi necessariamente semplicemente buttarlo giù da qualche parte sul tappetino di ricarica. Devi assicurarti che si allinei e inizi a caricare. Se prendi il tuo smartphone e lo rimetti regolarmente, devi assicurarti che si allinei abbastanza bene ogni volta che lo metti giù. Questo è più lavoro che semplicemente collegarlo una volta e poi metterlo giù dove vuoi in seguito.

I caricabatterie wireless comportano un cavo - tra il pad di ricarica e la presa. Non c'è filo tra il telefono e il pad di ricarica. Invece, il telefono deve essere premuto fino al pad di ricarica - è senza contatto. "Wireless" implica molta libertà che un caricabatterie wireless in realtà non offre.

Ci vuole più tempo, utilizza più potenza e genera più calore

C'è un motivo per cui normalmente colleghiamo i dispositivi per caricarli. È più veloce ed efficiente trasmettere energia su un filo.

La ricarica via cavo è molto più veloce della ricarica wireless. Anandtech ha scoperto che un Samsung Galaxy S6 può caricare dallo zero al 100 percento della batteria in 1.48 ore se lo si collega e si carica tramite una connessione cablata. La ricarica wireless richiede 3,01 ore, il doppio del tempo. Questo potrebbe non sembrare un grosso problema se ti stai caricando da un giorno all'altro, ovviamente. Tuttavia, se desideri rapidamente ricaricare il telefono, dovresti utilizzare una connessione cablata anziché wireless.

È anche meno efficiente. Ciò significa che sarà necessario più elettricità per ricaricare un telefono se lo si fa in modalità wireless. Parte di quella potenza sprecata sarà sotto forma di calore in eccesso. Mentre il calore non distruggerà il tuo telefono, il calore è il nemico della batteria dello smartphone - il calore si tradurrà in un ulteriore aumento della batteria.

Niente di tutto questo è la fine del mondo. Avrai un'esperienza positiva se utilizzi la ricarica wireless. Probabilmente il tuo telefono si ricaricherà abbastanza velocemente, a patto che tu non abbia fretta, e la potenza extra non dovrebbe essere un drenaggio evidente sulla bolletta elettrica. Il calore extra probabilmente non accelera nettamente il decadimento della batteria.

Ma perché sopportare tutti questi aspetti negativi di utilizzare qualcosa che è solo meno conveniente e flessibile del semplice collegare il telefono?


Le ultime specifiche consentono di ricarica wireless a partire da un caricatore fino a pochi metri di distanza, ma sarà ancora meno efficiente, il che significa anche più lento e più dispendioso con l'elettricità.

Il sogno della ricarica wireless è ovviamente ottimo. Se solo potessimo avere una sorta di dispositivo di alimentazione wireless nella nostra casa che ricaricherebbe i nostri smartphone mentre li usiamo senza doverli premere contro di esso. Se solo i nostri smartphone si ricaricassero automaticamente quando li mettessimo su un tavolo in un ristorante. Ma siamo un modo per farlo.

Come qualcuno che ha provato la ricarica wireless con diversi smartphone Android, credetemi: con un caricabatterie cablato e un cavo più lungo si sta meglio.

Image Credit: Honou su Flickr , Microsiervos su Flickr


Come creare una nuova directory e modificarla con un singolo comando in Linux

Come creare una nuova directory e modificarla con un singolo comando in Linux

Se passi del tempo nel Terminale, probabilmente usi mkdir comando per creare una directory, quindi il comando cd per passare a quella directory subito dopo. Tuttavia, c'è un modo per eseguire entrambe le azioni con un solo comando. Puoi eseguire manualmente due comandi contemporaneamente sulla riga di comando, ma ti mostreremo come aggiungere una riga al file .

(how-to)

Come monitorare il tuo FPS nei giochi UWP su Windows 10

Come monitorare il tuo FPS nei giochi UWP su Windows 10

Strumenti come FRAPS e ShadowPlay di NVIDIA sono ottimi per monitorare le prestazioni del tuo gioco su Windows, ma non funzionano con la Universal Windows Platform di Microsoft (UWP) giochi. Fortunatamente, alcuni strumenti ti permetteranno di monitorare i tuoi giochi framerate e benchmark realizzati per la nuova piattaforma applicativa di Windows 10.

(how-to)