it.phhsnews.com


it.phhsnews.com / Proteggi gli account online rimuovendo l'accesso alle app di terze parti

Proteggi gli account online rimuovendo l'accesso alle app di terze parti


Probabilmente hai dato ad alcune applicazioni o siti web l'accesso ai tuoi account Google, Facebook, Twitter, Dropbox o Microsoft. Ogni applicazione che hai mai permesso mantiene quell'accesso per sempre - o almeno finché non lo revochi.

In altre parole, ci sono probabilmente molti altri servizi web che hanno accesso ai tuoi dati personali. Dovresti controllare regolarmente i tuoi elenchi di servizi connessi sui siti web che utilizzi e rimuovere i servizi che non usi più.

Perché le terze parti hanno probabilmente accesso ai tuoi account

CORRELATI: Perché dovresti usare un gestore di password, e Come iniziare

Quando si utilizza un'applicazione o un servizio Web che richiede l'accesso a un account, ad esempio qualsiasi cosa nel proprio account Google, i file nel proprio account Dropbox, i tweet su Twitter e così via, quell'applicazione generalmente non chiedere la password del servizio Invece, l'applicazione richiede l'accesso usando qualcosa chiamato OAuth. Se accetti il ​​prompt, quell'app accede al tuo account. Il sito Web dell'account fornisce al servizio un token che può utilizzare per accedere al tuo account.

Questo è più sicuro che fornire l'applicazione di terze parti alla tua password perché devi mantenere la tua password. È anche possibile limitare l'accesso a dati specifici: ad esempio, potresti autorizzare un servizio ad accedere al tuo account Gmail ma non i tuoi file in Google Drive o altri dati nel tuo account Google.

Quando accedi a un'app, vedi una richiesta di autorizzazione sul sito Web che si utilizza. Pertanto, se offri a un'app l'accesso al tuo account Google, visualizzerai una richiesta di autorizzazione sul sito web di Google.

Finora, tutto bene. Ma è facile dimenticare quali app e servizi hanno accesso al tuo account. Potresti provare un'app una volta e non utilizzarla più, oppure potresti aver smesso di utilizzare un'app anni fa. Se non si controlla l'elenco delle applicazioni autorizzate e rimosso, l'app ha ancora accesso. L'app potrebbe utilizzare il proprio accesso per raccogliere dati su di te senza la tua autorizzazione. L'app può essere venduta ai nuovi proprietari che desiderano utilizzare l'app per fare un rapido guadagno, ad esempio il modo in cui le estensioni popolari di Chrome vengono vendute agli inserzionisti che li riempiono di adware. Oppure il servizio web potrebbe essere compromesso dagli aggressori che utilizzano il proprio accesso agli account per fare qualcosa di male.

La modifica della password non revoca automaticamente l'accesso alle app connesse. Anche se cambi tutte le tue password e pensi di ricominciare da capo, i servizi che hai dato accesso al tuo account manterranno tale accesso.

Dovresti solo dare accesso alle applicazioni di cui ti fidi e che utilizzi regolarmente. Se non usi più un servizio o un'applicazione, dovresti rimuovere il suo accesso solo per sicurezza.

Usa questi collegamenti

Per proteggere i tuoi account, dovrai visitare una pagina specifica su ogni sito web che usi e controlla la tua lista di servizi connessi. Se vedi un servizio o un'app che non usi più, revoca l'accesso al tuo account con un clic o due.

Per accelerare, abbiamo raccolto un elenco di link alle pagine appropriate su siti web popolari che utilizzano OAuth . Se si utilizza un servizio, fare clic sul relativo collegamento per verificare l'elenco dei servizi connessi. e revoca l'accesso ai servizi che non usi più:

  • Google
  • Microsoft
  • Yahoo!
  • Dropbox
  • Flickr
  • AOL
  • Facebook
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Instagram
  • Foursquare

Se utilizzi un altro sito web e hai accesso ad applicazioni di terze parti con un prompt di OAuth simile, dovrai controllare la pagina delle impostazioni dell'account e cercare un elenco di siti, servizi o app da gestire.

Generalmente è una cattiva idea fare clic sui link su siti Web che promettono di accedere ai tuoi account Google, Microsoft, Facebook o Twitter e accedere con la tua password. I phisher imitano i siti in questo modo per rubare le tue password. se viene visualizzata una richiesta di password dopo aver fatto clic su un collegamento come quelli sopra da qualche parte sul Web, accertarsi di essere effettivamente sul sito Web reale e non su un sito di impostore falso.


Decidere quali applicazioni rimuovere è facile: se non lo usi, revocane l'accesso. Assicurati di controllare regolarmente l'elenco delle applicazioni e dei siti Web collegati sui siti Web che utilizzi. Se si fornisce a un'applicazione o al servizio l'accesso a dati riservati, assicurarsi di revocare l'accesso quando si interrompe l'utilizzo.


Google Cloud Print: una guida completa

Google Cloud Print: una guida completa

Se non hai sentito parlare di Google Cloud Print, non è del tutto sorprendente. Anche se è in circolazione dal 2011, non è diventato ampiamente utilizzato. Tuttavia, è qualcosa che potrebbe cambiare nel prossimo anno o giù di lì. A differenza di alcuni servizi Google che vengono archiviati durante la pulizia di primavera, Google Cloud Print ha aggiunto sempre più funzioni.Quindi

(How-to)

Perché i miei file MP3 hanno le stesse dimensioni anche quando cambio il bitrate con FFmpeg?

Perché i miei file MP3 hanno le stesse dimensioni anche quando cambio il bitrate con FFmpeg?

Se non conosci il processo di conversione dei file audio, molti dei dettagli e il loro funzionamento può essere un po 'di confusione quando ottieni risultati inaspettati. Quindi cosa fai per risolvere il problema? Il post di Q & A di SuperUser di oggi ha la risposta alla domanda di un lettore confuso.

(how-to)