it.phhsnews.com


it.phhsnews.com / In che modo Android "P" bloccherà le app di spionaggio

In che modo Android "P" bloccherà le app di spionaggio


La privacy è una preoccupazione importante in questi giorni, ed è facile preoccuparsi degli smartphone che "ascoltano sempre". Per combattere questo, Google sta apportando un cambiamento sostanziale al modo in cui le app in background vengono gestite nel prossimo Android P.

A Look to the Future

Tutti abbiamo sentito le storie dell'orrore che le app dannose sono in grado di assumere il controllo di un dispositivo mentre sono in esecuzione sullo sfondo. Ad esempio, il malware di Skygofree trovato di recente. Era in grado di eseguire 48 comandi diversi, inclusa la possibilità di accendere il microfono del telefono e ascoltare ... qualsiasi cosa di cui stavi parlando in quel momento.

Questo è un pensiero piuttosto spaventoso. Anche se "non hai nulla da nascondere" (questo è quello che la gente dice sempre, giusto?), Nessuno vuole ogni conversazione potenzialmente pubblica.

Indipendentemente da quale app sta cercando di spiarti, funzionano tutti allo stesso modo: sfruttando l'accesso all'hardware del telefono mentre l'app viene eseguita in background. Il fatto è: perché un'app deve accedere alla videocamera o al microfono mentre è in esecuzione in background? Non c'è molto di un buon argomento qui, salvo per il rilevamento di hotword sempre in ascolto (come OK Google). E questo dovrebbe far parte del sistema operativo principale in primo luogo.

Per dirla chiaramente: non c'è motivo per cui un'app abbia bisogno di accedere alla telecamera o al microfono mentre è in esecuzione in background. E a partire da Android P, l'accesso a queste funzionalità hardware verrà bloccato per le app in esecuzione in background.

A sinistra: commit della fotocamera; A destra: commit microfono.

Un recente commit a AOSP (Android Open Source Project) mostra una regola che impedisce alle app in background di accedere alla telecamera. Un secondo commit mostra lo stesso per il microfono. Questi due commit ti danno un'idea di come funzioneranno queste funzionalità, ed entrambi sono già attivi nell'anteprima degli sviluppatori di Android P, che è ora disponibile per i telefoni Pixel.

Cosa puoi fare adesso

Mentre è bello che Google sta prendendo provvedimenti per impedire alle app di spiarti in background in una versione futura di Android, ci sono dei passi che puoi fare per impedire alle app di spiarti proprio ora.

Verifica permessi delle app

CORRELATI: Come gestire le autorizzazioni delle app su Android

Sebbene non sia possibile impedire alle app di accedere a determinate autorizzazioni solo mentre sono in esecuzione in background, è possibile controllare a quali autorizzazioni le app hanno accesso in generale.

Per trovare salta nel menu Impostazioni, quindi seleziona la categoria "App" ("App e notifiche" su Oreo).

Sinistra: Nougat; A destra: Oreo

Quello che fai da qui dipende da quale versione di Android è in esecuzione il tuo telefono.

  • Android Nougat: Tocca il pulsante Impostazioni nell'angolo in alto, quindi tocca "Autorizzazioni app". Dispositivi Galaxy, troverai invece "Autorizzazioni app" nel menu.
  • Android Oreo: Scegli "Autorizzazioni app" nella pagina "App e notifiche".

Da sinistra a destra: Stock Nougat, Samsung Galaxy (Nougat) e Oreo

Successivamente, tocca un'autorizzazione per vedere quali app possono accedervi. Per il bene di questo pezzo, daremo un'occhiata all'autorizzazione del microfono.

Mentre scorri l'elenco delle app, chiediti perché ogni app dovrebbe avere accesso al microfono. Ad esempio, Instagram ha bisogno di esso quando registra video, quindi è logico. Ma potrebbe non essere chiaro per altre app. Se qualcosa ti sembra discutibile, revoca l'accesso per quell'app disattivando l'interruttore sulla destra dell'app.

Se un'app disattivata deve accedere alla funzione in futuro, richiederà di nuovo l'accesso. Questo potrebbe darti una migliore comprensione del motivo per cui l'app richiede le autorizzazioni e, se lo desideri,

Basta ripetere questa procedura per ogni autorizzazione e il tuo telefono sarà più sicuro in pochissimo tempo.


Come rendere qualcuno un amministratore o un moderatore nel gruppo Facebook

Come rendere qualcuno un amministratore o un moderatore nel gruppo Facebook

Se hai creato un gruppo Facebook e si è trasformato in una comunità attiva, potresti voler coinvolgere qualcun altro moderare e rimuovere commenti offensivi. Ecco come. Hai due opzioni: puoi rendere qualcuno un amministratore o un moderatore. Un amministratore ha tutti gli stessi poteri di te, mentre un moderatore non può fare cose come cambiare il nome del gruppo.

(how-top)

Che cos'è

Che cos'è "Application Frame Host" e Perché è in esecuzione sul mio PC?

Apri Task Manager su Windows 10 e vedrai un processo in background "Application Frame Host" in esecuzione. Questo processo ha il nome del file "ApplicationFrameHost.exe" e fa parte del sistema operativo Windows 10. CORRELATO: Che cos'è questo processo e perché è in esecuzione sul mio PC? Questo articolo fa parte di le nostre serie in corso che illustrano vari processi trovati in Task Manager, come Runtime Broker, svchost.

(how-top)