it.phhsnews.com


it.phhsnews.com / Come assicurarsi che l'estensione di Chrome sia sicura prima di installarla

Come assicurarsi che l'estensione di Chrome sia sicura prima di installarla


Gran parte della potenza e della flessibilità di Chrome deriva dal suo enorme ecosistema di estensioni. Il problema è che queste estensioni possono anche rubare dati, guardare ogni tua mossa o peggio. Ecco come assicurarti che un'estensione sia sicura prima di installarla.

Perché le estensioni di Chrome possono essere pericolose

Quando installi un'estensione di Chrome, stai essenzialmente entrando in una relazione basata sulla fiducia con il creatore di quell'estensione. Stai permettendo all'estensione di vivere nel tuo browser, potenzialmente guardando tutto ciò che fai. Non stiamo suggerendo che lo facciano tutti, ma l'abilità è lì.

CORRELATO: Browser Le estensioni sono un incubo per la privacy: smetti di usarne così tante

C'è un sistema di permessi per prevenire questo, ma un sistema come questo è buono solo come le persone che lo usano. In altre parole, se non stai prestando attenzione alle autorizzazioni che permetti alle estensioni, allora potrebbero anche non esistere.

Per peggiorare le cose, anche le estensioni affidabili possono essere compromesse, trasformandole in estensioni dannose che raccolgono i tuoi dati, molto probabilmente senza che tu nemmeno capisca cosa sta succedendo. In altre situazioni, uno sviluppatore può creare un'utile estensione che non genera entrate, quindi girarla e venderla a un'altra azienda che la riempie di annunci e altri strumenti di monitoraggio per ottenere profitti.

In breve, ci sono molti modi le estensioni del browser possono essere pericolose o diventare pericolose. Quindi non solo devi stare attento quando installi un'estensione, ma devi anche monitorarli continuamente dopo l'installazione.

Cosa cercare prima di installare un'estensione

Per stare al sicuro quando arriva alle estensioni del browser, ci sono alcune cose chiave a cui devi prestare attenzione.

Controlla il sito web dello sviluppatore

La prima cosa da considerare prima di installare una nuova estensione è lo sviluppatore. In breve, vuoi assicurarti che sia un'estensione legittima. Ad esempio, se stai installando un'estensione per Facebook pubblicata da un tizio a caso, potresti voler guardare un po 'più vicino a quello che sta facendo.

Ora, questo non vuol dire che ogni estensione scritta da un singolo sviluppatore è illegittimo, solo che potrebbe essere necessario dare un'occhiata più da vicino prima di fidarsi automaticamente di esso. Esistono molte estensioni legittime e oneste che aggiungono funzionalità utili ad altri servizi, ad esempio Ink for Google.

Puoi trovare il nome dello sviluppatore direttamente sotto il nome dell'estensione, generalmente preceduto da "Offerto da".

In molti casi, puoi trovare ulteriori informazioni sullo sviluppatore facendo clic sul nome: se disponibile, reindirizzerà al sito Web dello sviluppatore. Fai qualche investigazione, vedi cosa trovi. Se non hanno un sito Web o il nome non si collega a nulla, allora potresti dover scavare un po 'di più. Per fortuna abbiamo più cose in questa lista.

Leggi la descrizione-Tutto

Leggi la descrizione e non solo parte di essa! Leggi l'intera descrizione e cerca elementi che potrebbero essere discutibili, ad esempio informazioni di tracciamento o condivisione dei dati. Non tutte le estensioni includono questi dettagli, ma alcuni lo fanno. E questo è qualcosa che vuoi sapere.

Puoi trovare la descrizione sul lato destro della finestra dell'app, direttamente accanto alle immagini dell'estensione. L'immagine sopra mostra un esempio di qualcosa che potresti perdere se non leggi l'intera descrizione.

Prestare attenzione ai permessi

Quando provi ad aggiungere un'estensione a Chrome, un pop up ti avvisa su quali permessi l'estensione ha bisogno. Non esiste un sistema di concessione dei permessi "pick and choose" granulare qui, ma piuttosto un sistema tutto o niente. Otterrai questo menu dopo aver fatto clic sul pulsante "Aggiungi a Chrome". devi approvare queste autorizzazioni prima di poter installare l'estensione.

Voglio dire, è molto.

Fai attenzione a quello che sta succedendo qui-pensa a ciò che stai leggendo. Se un'estensione per il fotoritocco ha bisogno di accedere a tutto ciò che fai online, lo metterei in dubbio. Il buon senso qui è molto lontano - se qualcosa non suona bene, allora probabilmente non lo è.

Dai un'occhiata alle recensioni

Questo è l'uomo basso nel sondaggio totem perché non puoi sempre fidarti delle recensioni degli utenti. Puoi, tuttavia, cercare temi comuni e contenuti discutibili.

Ad esempio, se ci sono diverse recensioni formulate in modo simile, ciò dovrebbe almeno sollevare un sopracciglio. Ci sono una serie di motivi per cui questo può accadere, molti dei quali sono altamente discutibili (gli sviluppatori che acquistano recensioni, ecc.)

Altrimenti, tieni d'occhio temi comuni - gli utenti si lamentano delle stranezze che accadono, speculando sui loro dati che sono preso, praticamente tutto ciò che ti colpisce come strano, specialmente se lo dicono più utenti.

Ora, non ti suggeriamo di leggere fino a ogni singola recensione. Questo potrebbe richiedere anni su alcune estensioni! Invece, solo una rapida scrematura dovrebbe fare il trucco.

Scava nel codice sorgente

Quindi ecco la cosa: questa non è per tutti. O anche la maggior parte delle persone! Ma se un'estensione è open source (molte sono, la maggior parte non lo sono), allora puoi scavare nel codice. Se sai cosa cercare, probabilmente lo fai già. Ma nel caso, vale ancora la pena menzionarlo.

Spesso puoi trovare il codice sorgente dal sito web dello sviluppatore, di cui abbiamo parlato presto. Se è disponibile, vale a dire


Come riparare GRUB2 quando Ubuntu non avvia

Come riparare GRUB2 quando Ubuntu non avvia

Ubuntu e molte altre distribuzioni Linux usano il boot loader GRUB2. Se si interrompe GRUB2, ad esempio, se installi Windows dopo aver installato Ubuntu o sovrascrivi il tuo MBR, non sarai in grado di avviare Ubuntu. Puoi facilmente ripristinare GRUB2 da un CD live o da un'unità USB Ubuntu. Questo processo è diverso dal ripristino del legacy bootloader GRUB su vecchie distribuzioni Linux.

(how-top)

Quattro modi creativi per montare il tuo Echo Dot

Quattro modi creativi per montare il tuo Echo Dot

L'Eco Dot di Amazon è uno dei modi più economici per portare Alexa a casa tua, ma se lo fai seduto su un tavolino senza molto fanfare, ci sono modi migliori e creativi che puoi montare. RELATED: Come ottenere il massimo dal tuo Amazon Echo Grazie a una tonnellata di produttori di accessori di terze parti, ce ne sono tanti di modi fantastici per montare il tuo Echo Dot, non solo per far sì che Alexa ti ascolti meglio, ma anche per tenerlo fuori mano in modo che non occupi spazio sul tuo contatore o sul tavolo finale.

(how-top)