it.phhsnews.com


it.phhsnews.com / Come connettere il tuo telefono Android al tuo TV

Come connettere il tuo telefono Android al tuo TV


Nell'era degli smartphone, teniamo ogni cosa memorizzata nei nostri piccoli computer tascabili: immagini, fogli di calcolo, documenti, video, musica e tutto fra. Se vuoi condividere questo contenuto con altre persone, però, perché stare rannicchiato su un piccolo schermo quando hai quella bella, grande TV seduta lì?

CORRELATO: Come rispecchiare il tuo schermo Mac, iPhone o iPad su Apple TV

Ora, l'idea di collegare uno smartphone a un televisore non è nuova, anzi, anzi. Di conseguenza, ci sono una serie di modi diversi per connettere il tuo telefono Android alla tua TV, alcuni dei quali sono più facili di altri. Abbiamo una panoramica di base di ogni metodo qui, insieme ai loro pro e contro. Facciamo questa cosa.

Opzioni cablate: MHL e Slimport

Link ad alta definizione mobile (MHL), è stato il primo vero standard messo in atto per il collegamento di un dispositivo Android a un televisore. Utilizza la porta USB integrata del telefono, insieme a un cavo specifico che converte essenzialmente l'uscita dello schermo in un formato leggibile dalla TV all'altra estremità. In altre parole: è un cavo da USB a HDMI.

Sono disponibili due diversi tipi di cavi MHL: attivo e passivo. I cavi attivi sono il tipo più comune. Funzionano praticamente con qualsiasi TV perché eseguono la conversione effettiva, ma per fare questo, richiedono una fonte di alimentazione aggiuntiva (di solito sotto forma di una spina USB integrata di dimensioni standard). I cavi passivi non eseguono alcuna conversione autonomamente. Invece, sono progettati per essere utilizzati con una TV predisposta per MHL, qualcosa che sta diventando sempre meno comune. I cavi passivi non richiedono alimentazione separata.

Slimport, al confronto, funziona in modo molto simile. La grande differenza con Slimport è che oltre a HDMI, può anche inviare il segnale a DVI, VGA e DisplayPort. Oltre alla maggiore flessibilità nella scelta di un tipo di porta, Slimport funziona più o meno allo stesso modo di MHL.

Come i cavi MHL attivi, Slimport richiede un "breakout box", che è essenzialmente un modo per ottenere il potere dell'unità . Questo fornisce anche un po 'di succo al dispositivo host, che è un bel tocco dal momento che il display deve rimanere acceso mentre il telefono è collegato (indipendentemente dallo standard utilizzato).

Il problema più grande con queste opzioni cablate è il supporto. Quello che un tempo era lo standard nella maggior parte degli smartphone, sia MHL che Slimport sono sempre più difficili da trovare in entrambi gli smartphone e . Ad esempio, gli ultimi due telefoni Google (Nexus 6P / 5X e Pixel / XL) sono entrambi privi di standard, come lo sono gli ultimi diversi telefoni Samsung Galaxy. Lo stesso vale per i televisori, anche se questo è un ostacolo più semplice da saltare grazie alle caselle breakout, anche se la TV non dispone di supporto diretto o MHL o Slimport, è comunque possibile utilizzare un cavo attivo per far funzionare la connessione.

Il problema sta nel tuo telefono. Se stai cercando un modo per collegare direttamente lo smartphone alla tua TV, dovrai fare un po 'di ricerca. Alcuni produttori, come LG e HTC, includono ancora MHL e / o Slimport nei loro telefoni, ma a questo punto sta diventando piuttosto incostante.

Oltre a questo, è necessario assicurarsi di ottenere il cavo corretto. Ciò che è stato progettato per essere una soluzione semplice è diventato più di un caos contorto che richiede una quantità non trascurabile di ricerche per assicurarsi che A) il telefono supporti una connessione diretta a un televisore e B) si ottiene il cavo corretto.

La verità è che questi standard cablati stanno cadendo in disaccordo con la maggiore disponibilità di buone opzioni wireless.

Opzioni wireless: Miracast e Google Cast

Siamo onesti qui: è il 2017 e a nessuno piace occuparsi di cavi o cavi, specialmente per le connessioni transitorie. Se riesci a connettere il tuo smartphone alla TV senza nemmeno alzarti dal divano, perché dovresti non vuoi?

La buona notizia è che ci sono un paio di diversi tipi di connessioni che permettono solo questo: Google Cast e Miracast. Come MHL e Slimport, questi sono due mezzi per lo stesso scopo.

La differenza principale tra queste tecnologie wireless e le loro controparti cablate - a parte i fili - è quella invece di rispecchiare l'intero schermo del telefono sul televisore (che è tutto ciò è possibile con MHL e Slimport), è possibile scegliere e scegliere ciò che viene mostrato. Ad esempio, puoi giocare a Netflix o YouTube sulla TV e utilizzare lo smartphone per altre cose: in effetti diventa davvero un telecomando davvero costoso.

Il più grande svantaggio è la latenza. Se hai intenzione di provare a riprodurre i giochi del tuo telefono sul grande schermo, ci sarà sicuramente un certo ritardo tra ciò che accade al telefono e ciò che vedi sulla TV. Per questo motivo, non raccomandiamo veramente l'uso di connessioni wireless per i giochi. Vai collegato, invece.

Delle due tecnologie, Miracast è più vecchio. È stato sviluppato da Wi-Fi Alliance come un modo per replicare l'HDMI tramite Wi-Fi. Mentre inizialmente Miracast richiedeva alla TV il supporto Miracast integrato, molti dongle sono ora disponibili per l'aggiunta a qualsiasi TV. Miracast è anche lo standard utilizzato in dispositivi come Fire TV e Fire TV Stick di Amazon, che consigliamo vivamente se stai cercando un dispositivo Miracast.

Un'esperienza YouTube lanciata su Fire TV.

Il problema più grande con Miracast legami con Digital Rights Management (DRM). Non tutti i dongle Miracast sono creati uguali, quindi potresti o meno essere in grado di riprodurre in streaming cose come Netflix o YouTube su ogni TV. Ancora una volta, la ricerca è tua amica.

Google Cast, che in origine si chiamava semplicemente Chromecast, è il più facile da usare di tutti gli standard discussi in questo articolo. È supportato essenzialmente da tutti i dispositivi Android, ha tutte le proprietà necessarie per lo streaming di contenuti protetti da DRM e in genere funziona.

La schermata iniziale di YouTube all'avvio di Google Cast.

Anche il supporto dell'app per gli utenti Android è migliore Ad esempio, le app di Miracast come Google Foto e Presentazioni sono compatibili con Google Cast. Ciò rende incredibilmente facile non solo guardare Netflix, YouTube, Hulu, o altri servizi cinematografici, ma anche condividere immagini, home video e persino presentazioni quando è necessario.

Indipendentemente dall'app o dallo standard wireless in uso per eseguire il cast, il processo di casting è estremamente semplice: basta toccare il pulsante Cast nell'angolo superiore di un'app supportata. Sto usando YouTube nello screenshot qui sotto, ma l'icona è sempre la stessa.

Da lì, seleziona il tuo dispositivo di trasmissione.

Come puoi vedere, ho alcuni dispositivi che appaiono qui, tra cui un Fire TV, che utilizza Miracast e non Google Cast. Come ho già detto, troverai supporto per Miracast. Le foto, ad esempio, funzioneranno solo con Google Cast. Il mirroring a schermo intero funzionerà sempre con Google Cast, ma solo a volte funziona con Miracast.


Quando si tratta di esso, è difficile non consigliare Google Cast come il modo più semplice ed efficace per connettere il tuo telefono Android alla TV. Puoi acquistare un Chromecast per un minimo di $ 35 e utilizzare l'opzione di connessione più facile da usare e più versatile, per l'avvio.


Come configurare la Smart Plug Wi-Fi TP-Link

Come configurare la Smart Plug Wi-Fi TP-Link

La Smart Plug Wi-Fi di TP-Link è un'opzione molto popolare per chi cerca di accendere lampade e ventilatori dai propri telefoni , soprattutto perché è regolarmente in vendita e faceva parte delle offerte di Eco di Amazon durante le vacanze. Ecco come configurarlo. CORRELATO: Non tutte le appliance funzionano con prese intelligenti.

(how-top)

Come eseguire il benchmark del PC Windows: 5 Strumenti di benchmark gratuito

Come eseguire il benchmark del PC Windows: 5 Strumenti di benchmark gratuito

Sia che tu stia overcloccando il tuo computer, confrontando sistemi diversi o vantandoti solo sull'hardware, un benchmark quantifica le prestazioni del tuo computer. Windows ha un ampio ecosistema di utili applicazioni di benchmarking e molte sono gratuite. Prima di eseguire qualsiasi benchmark, assicurati che nient'altro sia in esecuzione sul tuo computer.

(how-top)