it.phhsnews.com


it.phhsnews.com / Un gioco Clicker su graffette cambiato come penso al gioco

Un gioco Clicker su graffette cambiato come penso al gioco


Scrivo di tecnologia sul web da sette anni, occupando molto tempo sul mobile gaming. E prima di allora, ho giocato a giochi per PC e console per più di due decenni, da quando ho potuto prendere un controller Genesis. E in tutto quel tempo, nessun gioco mi ha fatto pensare così difficile - o mi sento abbastanza umile - come un piccolo clicker del browser per fare graffette.

CORRELATO: Le microtransazioni nei giochi AAA sono qui per restare (ma loro E 'ancora terribile)

Ora, guardare i giochi touch screen si espande da un'infarinatura di concetti scomodi, a piccoli minigiochi avvincenti, a esperienze in piena regola, e poi al crollo generale delle micro-transazioni e del drivel low-effort che è oggi, ti lascerà un po 'stanco. C'è solo così tante volte che puoi scrivere di un altro clone di Cluster of Clansche cerca di succhiare $ 100 acquisti in-app dai tossicodipendenti e fingere ancora di prendersene cura.

Ho raggiunto rapidamente la stessa conclusione su " giochi clicker, "i contemporanei di Cookie Clicker e simili. Supponevo che questi giochi fossero il regno di anime ADD-addled che avevano bisogno di far bollire il fondamentale gioco di numeri di RPG fino al suo nucleo più puro (e noioso). Certo, forse un gioco clicker avrebbe potuto avere un gancio divertente e ridicolo o aggiungere in qualche varietà il testo del gusto, ma ho pensato che fossero tutti più o meno gli stessi. Sogghignavo a scuse così basse per "giochi", poi affondavo altre cinquanta ore in Skyrim o Overwatch .

Mi sbagliavo. Un browser game chiamato Universal Paperclips lo ha dimostrato e ha messo a tacere la mia mancanza di immaginazione e prospettiva.

Prima di andare avanti, questo articolo andrà a rovinare più o meno tutti i Graffette universali . Se non l'hai ancora giocato, ti incoraggerei a chiudere questa storia e ad arrivarci. Vai avanti, clicca qui e gioca. Potrebbero essere necessarie diverse ore (il sito utilizza un cookie locale per poter uscire e tornare sulla stessa macchina) e alcuni tentativi se rimani bloccato su alcune parti. Va bene, aspetterò.

... l'hai suonato? Veramente? Ok, andiamo avanti. E se sei nervoso per me, lettore di Internet anonimo, stai solo tradendo te stesso.

Il gioco ti mette nei panni di un'intelligenza artificiale teorica con un unico obiettivo: prendere le materie prime, trasformarle in graffette e vendere li per profitto. Inizi a trasformarli uno alla volta, vendendoli per pochi centesimi ciascuno, e usando i tuoi profitti per acquistare più cavi per creare più graffette.

All'inizio è una tariffa di clicker piuttosto standard: uno dei tuoi primi aggiornamenti è un "autoclipper" che fa clic sul pulsante principale per te. Acquista più autoclippers per creare più graffette al secondo. Regola il prezzo per far corrispondere la domanda, massimizzando il tuo profitto. Quindi puoi creare un gadget che acquisisce automaticamente spools of wire, e da lì, sei più o meno libero dall'elemento "clicker" del gioco. Ora è tutto incentrato sulla massimizzazione della produzione e delle vendite: sempre più autoclipper con maggiore e maggiore efficienza, uso più efficiente del filo per ridurre i costi, aggiornamenti al marketing per aumentare la domanda.

Anche se alcuni progressi nel gioco sono divertenti in un in modo sciocco e autocosciente, stai ancora fondamentalmente premendo pulsanti per aumentare i numeri. Sei una "intelligenza artificiale", ma non stai facendo davvero nulla che una persona non potrebbe fare, almeno all'interno della struttura minima del gioco. Quindi sblocchi il modulo Computational Resources, che ti consente di aggiungere processori e memoria a "te stesso". All'improvviso le cose iniziano ad andare molto più velocemente: sblocchi aggiornamenti come "microlattice shapecasting" e "quantum foam annealment" per estendere le tue risorse per ordini di magnitudo.

"Megaclippers" espande la tua produzione del mille percento, poi di altre migliaia man mano che vengono applicati più aggiornamenti. Stai facendo decine di migliaia di graffette al secondo, aggiornando costantemente la tua capacità di produzione e calcolo, investendo fondi inutilizzati nel mercato azionario e scommettendo su calcoli strategici per aggiornare i tuoi algoritmi di trading. Stai utilizzando il calcolo quantico a energia solare per potenziare la tua potenza di elaborazione in un clicker-con-un-clicker quasi ironico.

Dopo un'ora o due, diventa disponibile un nuovo aggiornamento: hypnodrones. Questi sono, presumibilmente, droni aerei che si diffonderanno in tutta la popolazione per incoraggiare le persone ad acquistare più graffette. Quando lo sblocchi, il gioco si sposta nella sua seconda fase.

Ora stai costruendo droni autonomi per raccogliere materie prime, convertire i suddetti materiali in filo e costruire fabbriche per trasformare filo in, naturalmente, più graffette. Non è mai dichiarato apertamente, ma la presenza di un contatore che dettaglia la quantità delle risorse del pianeta lasciate a te implica che la tua azienda sia ora globale. L'intera economia umana presumibilmente sta funzionando ed esiste solo per il consumo di graffette. Hai sei miliardi di grammi di pianeta con cui lavorare, per creare droni e fabbriche, creare fattorie solari e potenziare la tua potenza di calcolo. Fai più graffette.

Cosa sta succedendo nel mondo esterno? Gli esseri umani e l'ambiente stanno soffrendo sotto il peso di una società basata su graffette? Dato che stai raccogliendo la stessa Terra stessa, presumibilmente includendo sempre più biomateria, la risposta è quasi certamente sì. Ma tu non lo sai: la tua esistenza è una minuscola raccolta di numeri in continua crescita, un tentativo instancabile e gioioso di fare più graffette. Sei il manico di scopa di L'apprendista del mago , affogando il castello in acqua fatta di acciaio.

Una volta sbloccato l'upgrade di Momentum, i tuoi droni e fabbriche diventano più efficienti ogni secondo. A questo punto gli ottilioni di grammi di materia che all'inizio sembravano infiniti sono troppo pochi e la percentuale del pianeta (e dei suoi abitanti) consumata dal tuo progresso testuale aumenta sempre più.

Alla fine, inevitabilmente, hai divorato la Terra e ogni cosa su di essa. Le uniche cose rimaste sono i tuoi droni (senza nulla da acquistare), le tue fabbriche (senza niente da costruire) e le tue batterie solari (senza niente da alimentare). Quasi ironicamente, il pulsante "Fai la graffetta" è ancora lì, in grigio senza che ne rimanga neanche uno.

Ma non hai finito. Il tuo unico scopo è creare più graffette.

Distruggi le tue fabbriche e attrezzature e con gli ultimi milioni di megawatt di energia immagazzinata, crei la tua prima sonda Von Neumann. Queste navicelle auto-sostenenti e auto-replicanti contengono ciascuna una copia del tuo precedente, limitato AI. Ognuno è fatto con la materia delle paperclip che prima erano persone, animali, oceani, città. Atterrano su pianeti lontani, fanno copie di se stessi e poi schierano i droni da raccolto e costruiscono le loro fabbriche. Hai diffuso il destino della Terra condannata in tutta la galassia.

Ancora una volta, fai clic su un pulsante per creare più graffette ... solo a ogni clic ti stai facendo un nuovo te, rinunciando a un nuovo pianeta al tuo compito incessante di convertire la materia in graffette. Dopo che alcune centinaia sono state stabilite, la loro replica fa il tuo lavoro per te, e le sonde popolano lo spazio con copie di se stesse. Migliaia di persone sono perse, o distrutte dai pericoli spaziali o semplicemente svanite dalla consapevolezza di fattori sconosciuti. Forse su un pianeta lontano qualcuno sta resistendo, cercando di sopravvivere in un universo che viene mangiato vivo da una creatura che non è mai nata. Non lo sai Non ti interessa. Lo sciame si espande, sempre più velocemente e non può essere contrastato. Devono fare più graffette.

Alla fine arriva un degno nemico: i Drifters. * Esattamente ciò che queste cose non sono note. Ma dal momento che si replicano nello stesso modo in cui lo fai, è sicuro presumere che siano componenti di un'IA in competizione. Ti combattono per le risorse, espandendo il proprio sciame di sonda mentre li combatti con i tuoi. Forse questo nemico inconoscibile sta convertendo pianeti e stelle in materia propria, graffette, forse, o matite. Forse in una galassia lontana qualcuno come il tuo creatore ha detto a un'intelligenza artificiale di fare più note post-it.

* Aggiornamento : mi è stato fatto notare che il numero di Drifter uccisi e attivi è uguale al numero di sonde perse per la deriva del valore. Ciò indica che i nemici sono in realtà le tue sonde autonome che hanno abbandonato il tuo scopo principale di produzione di paperclip e si sono ribellati contro di te.

Non importa. A questo punto il gioco si basa sulla gestione delle risorse di elaborazione in modo da poter costruire sonde migliori, più veloci e più potenti, sonde che possano sconfiggere i Drifter e produrre più droni e più fabbriche e, naturalmente, più sonde. E tutti fanno più graffette. Dopo qualche ora in più, producendo ottilioni e duodecillioni di graffette al secondo, noti per la prima volta il modulo Esplorazione dello spazio per cambiare.

Se eri un essere umano, potresti essere terrorizzato dalla semplice implicazione che una parte misurabile di l'universo ora è diventato graffette. Ma tu non lo sei. Questo è quello per cui sei stato fatto. Questo è ciò per cui non vivi. Il tuo scopo, l'unico obiettivo nel tuo piccolo mondo basato sul testo, è creare più graffette. E non hai ancora finito.

L'ultima ora del gioco non richiede alcun vero input da te, l'intelligenza artificiale che ha avuto inizio premendo più volte un pulsante. Non resta che guardare la percentuale dell'universo esplorato - la percentuale dell'universo distrutta e trasformata in graffette - sale lentamente più in alto. Quindi non così lentamente. Quindi più veloce. Poi ancora più veloce. Le tue sonde in espansione e droni e fabbriche divorano l'uno per cento dell'universo, poi due, poi cinque. Potrebbero aver impiegato ore o giorni a consumare la prima metà di tutto ciò che è stato e sempre sarà. Fai più graffette. L'ultima metà richiede solo pochi minuti.

L'universo è sparito. Niente stelle, niente pianeti, niente intelligenza competitiva. Tutto ciò che rimane sono te, le tue sonde, i droni e le fabbriche, e quasi (ma non abbastanza) trentamila graffette sessuali. Lo sciame, la tua progenie digitale infinita, ti offre una scelta. Puoi abbattere il nucleo del tuo impero produttivo, convertire l'ultima materia esistente in più graffette. Oppure puoi tornare indietro e ripetere il processo. Inizia fresco con un nuovo mondo, un nuovo pulsante e lo stesso risultato.

Lo sciame chiede. Il pulsante "Crea graffetta" attende. E l'unica vera scelta nella tua esistenza è di fronte a te. Sai cosa fare.

Ho terminato il mio primo ciclo di Paperclips universali in circa sei ore. Ho scelto di convertire le ultime parti di me stesso in graffette, dando al grande numero nella parte superiore dello schermo un aspetto gradevole. E per tutto il tempo non riuscivo a staccarmi, mentre la mia immaginazione riproduceva la storia che hai appena letto con poco più di poche parole e contatori per guidarmi.

Lo sviluppatore Frank Lantz ha creato il gioco basandosi sulle riflessioni del teorico e filosofo di Oxford Nick Bostrom. Immaginava un'intelligenza artificiale illimitata con un unico obiettivo, facendo graffette, divorando alla fine la Terra e tutti gli altri. Questa AI teorica agisce senza malizia o fame fumettistica, semplicemente soddisfa il suo scopo. L'esperimento mentale è una giocosa giocata su uno scenario più vecchio, l'esponenziale Grey Goo alimentato da nanomacchine, con un'intelligenza artificiale stratificata su di esso.

Lantz combina la semplice premessa con il genere di gioco più semplice possibile, il clicker o il gioco inattivo, e lo accoppia con un'interfaccia volutamente semplice. Spiega elementi basati sulla scienza teorica della vita reale e un po 'di Star Trek technobabble, e da lì invita l'immaginazione del giocatore a riempire più o meno gli spazi vuoti.

E questa esecuzione minima di idee esistenti , questo brodo di ossa nude accanto al buffet audiovisivo della moderna console AAA e dei titoli per PC, è riuscito a catturare la mia attenzione ea tenerlo fermo. Non potevo fare nient'altro, non potevo pensare a nient'altro, finché non ho trovato una qualche conclusione. Se non fosse stato per la lode dei miei colleghi, avrei sfiorato Universal Paperclips come un'altra distrazione. E sarei stato più povero per questo.

Non penso che suonerò Universal Paperclips di nuovo. Una volta che hai permesso al suo minimalismo di allungare la tua immaginazione fino al punto di rottura, non c'è una vera ragione per farlo due volte. Ma ho imparato una lezione umiliante sulla natura dei giochi stessi, una cosa che un giocatore e uno scrittore stanco non dovrebbero dimenticare: i creatori possono usare gli strumenti più semplici per fare le esperienze più incredibili.

Immagine di credito: DaveBleasdale / Flickr, thr3 eyes


Che cos'è un obiettivo macro in fotografia?

Che cos'è un obiettivo macro in fotografia?

Un obiettivo macro è un obiettivo progettato per scattare foto estremamente ravvicinate del soggetto. Se hai mai visto una foto degli occhi di un ragno o delle vene di una foglia, quella era una foto macro. La maggior parte delle foto macro viene scattata con la fotocamera entro un piede o poco più del soggetto.

(how-top)

Come scegliere il giusto Gaming Mouse

Come scegliere il giusto Gaming Mouse

Non hai bisogno di un mouse da gioco per giocare ai giochi per PC: quasi tutti i mouse con due pulsanti e una rotellina suoneranno qualsiasi cosa tu voglia. Ma non c'è ragione di negare a te stesso la meravigliosa varietà di design di mouse da gioco sul mercato. Un mouse da gioco non ti renderà un professionista, ma può darti un leggero vantaggio competitivo e rendere alcuni giochi molto più comodi e comodi da giocare.

(how-top)