it.phhsnews.com


it.phhsnews.com / Come impostare le autorizzazioni per file e cartelle in Windows

Come impostare le autorizzazioni per file e cartelle in Windows


Normalmente, non devi preoccuparti delle autorizzazioni in Windows perché questo è già gestito dal sistema operativo. Ogni utente ha il proprio profilo e il proprio set di autorizzazioni, che impedisce l'accesso non autorizzato a file e cartelle.

Ci sono momenti, tuttavia, in cui si potrebbe voler configurare manualmente le autorizzazioni su un insieme di file o cartelle al fine di impedire ad altri utenti di accedere ai dati. Questo post presuppone che anche gli altri "utenti" abbiano accesso allo stesso computer che si sta utilizzando.

In caso contrario, potresti anche criptare il tuo disco rigido e basta. Tuttavia, quando altri possono accedere al computer, come familiari o amici, le autorizzazioni possono tornare utili.

Naturalmente, ci sono altre alternative come nascondere i file e le cartelle usando gli attributi dei file o usando il prompt dei comandi per nascondere i dati. Se lo desideri, puoi persino nascondere un'intera unità in Windows.

Se stai cercando di impostare le autorizzazioni per condividere file con altri, controlla il mio post sulla creazione di una condivisione di rete nascosta o su come condividere file su computer, tablet e telefoni.

La sicurezza dei dati

L'unica altra occasione in cui è necessario fare confusione con le autorizzazioni di cartella o file è quando si verifica un errore di autorizzazione negata quando si tenta di accedere ai dati. Ciò significa che puoi assumere la proprietà di file che non appartengono al tuo account utente corrente e comunque accedervi.

Questo è importante perché significa che le autorizzazioni di impostazione su un file o una cartella non garantiscono la sicurezza di quel file o cartella. In Windows, un amministratore su qualsiasi PC Windows può sovrascrivere le autorizzazioni su un insieme di file e cartelle assumendone la proprietà. Una volta che sei proprietario, puoi impostare le tue autorizzazioni.

Che cosa significa questo in inglese? Fondamentalmente, se hai dati che non vuoi che gli altri vedano, allora non dovresti o non memorizzarli su quel computer o dovresti usare uno strumento di crittografia come TrueCrypt.

Per quei lettori esperti di tecnologia, probabilmente starai dicendo "Ehi, aspetta, TrueCrypt è stato interrotto a causa delle vulnerabilità della sicurezza e non dovrebbe essere usato!". Beh, è ​​corretto, tuttavia, TrueCrypt è stato verificato da un'organizzazione indipendente e Fase I e Fase II sono state completate.

L'unica versione che dovresti scaricare è TrueCrypt 7.1a, quella che è stata caricata su un mirror verificato su GitHub. Se non ti senti affatto a tuo agio con TrueCrypt, l'unico altro suggerimento che ho è VeraCrypt, che è stato il successore di TrueCrypt, ma ha risolto molti dei difetti.

Autorizzazioni per file e cartelle

Ora che abbiamo tolto tutto questo, parliamo delle autorizzazioni in Windows. Ogni file e ogni cartella in Windows ha il proprio set di permessi. Le autorizzazioni possono essere suddivise in elenchi di controllo di accesso con gli utenti e i relativi diritti. Ecco un esempio con l'elenco utenti in alto e i diritti in fondo:

Anche le autorizzazioni sono ereditate o meno. Normalmente in Windows, ogni file o cartella ottiene le proprie autorizzazioni dalla cartella principale. Questa gerarchia continua fino alla radice del disco rigido. Le autorizzazioni più semplici hanno almeno tre utenti: SYSTEM, l'account utente attualmente connesso e il gruppo Administrators.

Queste autorizzazioni di solito provengono dalla cartella C: \ Users \ Username sul tuo disco rigido. È possibile accedere a queste autorizzazioni facendo clic con il tasto destro su un file o una cartella, scegliendo Proprietà e facendo clic sulla scheda Sicurezza . Per modificare le autorizzazioni per un particolare utente, fare clic su quell'utente e quindi fare clic sul pulsante Modifica .

Si noti che se le autorizzazioni sono disattivate, come nell'esempio precedente, le autorizzazioni vengono ereditate dalla cartella contenente. Parlerò di come puoi rimuovere le autorizzazioni ereditate più avanti, ma prima capiamo i diversi tipi di permessi.

Tipi di autorizzazione

Esistono fondamentalmente sei tipi di permessi in Windows: Controllo completo, Modifica, Leggi ed esegui, Elenca contenuto cartella, Leggi e Scrivi . Elenco contenuto della cartella è l'unica autorizzazione che è esclusiva per le cartelle. Ci sono attributi più avanzati, ma non dovrai mai preoccuparti di quelli.

Quindi cosa significano ognuna di queste autorizzazioni? Bene, ecco una bella tabella dal sito Web di Microsoft che si interrompe su cosa significhi ciascuna autorizzazione per i file e per le cartelle:

Ora che capisci cosa controlla ogni autorizzazione, diamo un'occhiata a modificare alcune autorizzazioni e a controllare i risultati.

Modifica delle autorizzazioni

Prima di poter modificare qualsiasi autorizzazione, devi avere la proprietà del file o della cartella. Se il proprietario è un altro account utente o un account di sistema come Local System o TrustedInstaller, non sarà possibile modificare le autorizzazioni.

Leggi il mio post precedente su come assumere la proprietà di file e cartelle in Windows se al momento non sei il proprietario. Ora che sei il proprietario, prendiamo alcune altre cose fuori mano:

  1.  Se si impostano le autorizzazioni di Controllo completo su una cartella per un utente, l'utente sarà in grado di eliminare qualsiasi file o sottocartella indipendentemente da quali autorizzazioni siano impostate per tali file o sottocartelle. 
  2.  Per impostazione predefinita le autorizzazioni vengono ereditate, quindi se si desidera disporre di autorizzazioni personalizzate per un file o una cartella, è necessario innanzitutto disabilitare l'ereditarietà. 
  3.  Nega le autorizzazioni sovrascrive le autorizzazioni Consenti, quindi usale con parsimonia e preferibilmente solo su utenti specifici, non su gruppi 

Se fai clic con il tasto destro su un file o una cartella, scegli Proprietà e fai clic sulla scheda Sicurezza, ora possiamo provare a modificare alcune autorizzazioni. Vai avanti e fai clic sul pulsante Modifica per iniziare.

A questo punto, ci sono un paio di cose che puoi fare. In primo luogo, noterai che la colonna Consenti è probabilmente in grigio e non può essere modificata. Questo è dovuto all'eredità di cui parlavo prima.

Tuttavia, è possibile controllare gli elementi sulla colonna Nega . Pertanto, se si desidera solo bloccare l'accesso a una cartella per un utente o un gruppo specifico, fare clic sul pulsante Aggiungi e, una volta aggiunto, è possibile selezionare il pulsante Nega accanto a Controllo completo .

Quando si fa clic sul pulsante Aggiungi, è necessario digitare il nome utente o il nome del gruppo nella casella e quindi fare clic su Controlla nomi per assicurarsi che sia corretto. Se non ricordi il nome dell'utente o del gruppo, fai clic sul pulsante Avanzate e poi fai clic su Trova . Ti mostrerà tutti gli utenti e i gruppi.

Fare clic su OK e l'utente o il gruppo verrà aggiunto all'elenco di controllo di accesso. Ora puoi controllare la colonna Consenti o Nega . Come già detto, prova ad usare Nega solo per utenti invece che per gruppi.

Ora cosa succede se proviamo a rimuovere un utente o un gruppo dall'elenco. Bene, puoi rimuovere facilmente l'utente che hai appena aggiunto, ma se tenti di rimuovere uno degli elementi che erano già presenti, riceverai un messaggio di errore.

Per disabilitare l'ereditarietà, devi tornare alla scheda Sicurezza principale per il file o la cartella e fare clic sul pulsante Avanzate nella parte inferiore.

Su Windows 7, avrai una scheda in più per il proprietario . In Windows 10, hanno appena spostato quello in alto e devi fare clic su Cambia . Ad ogni modo, in Windows 7, fai clic su Cambia permessi nella parte inferiore della prima scheda.

Nella finestra di dialogo Impostazioni di sicurezza avanzate, deselezionare l'opzione Includi autorizzazioni ereditabili dalla casella padre dell'oggetto .

Quando lo fai, verrà visualizzata un'altra finestra di dialogo che ti chiederà se vuoi convertire le autorizzazioni ereditate in permessi espliciti o se vuoi semplicemente rimuovere tutte le autorizzazioni ereditate.

A meno che tu non sappia esattamente quali sono le autorizzazioni che vuoi, ti suggerisco di scegliere Aggiungi (permessi espliciti) e quindi rimuovere solo ciò che non vuoi in seguito. In sostanza, facendo clic su Aggiungi manterrai tutte le stesse autorizzazioni, ma ora non saranno disattivate e puoi fare clic su Rimuovi per eliminare qualsiasi utente o gruppo. Facendo clic su Rimuovi, inizierai con una lavagna pulita.

In Windows 10, sembra leggermente diverso. Dopo aver fatto clic sul pulsante Avanzate, è necessario fare clic su Disabilita Ereditarietà .

Quando fai clic su quel pulsante, otterrai le stesse opzioni di Windows 7, ma solo in una forma diversa. L'opzione Converti è uguale a Aggiungi e la seconda opzione è uguale a Rimuovi .

L'unica cosa che devi capire ora è la scheda Permessi effettivi o Accesso effettivo . Quindi quali sono le autorizzazioni efficaci? Bene, vediamo l'esempio sopra. Ho un file di testo e il mio account, Aseem, ha il controllo completo. Ora cosa succede se aggiungo un altro elemento all'elenco in modo che al gruppo Utenti venga negato il controllo completo .

L'unico problema qui è che l'account Aseem fa anche parte del gruppo Users . Quindi ho il controllo completo in un permesso e Nega in un altro, quale uno vince? Bene, come ho detto sopra, Nega ha sempre la precedenza su Allow, quindi Deny vincerà, ma possiamo anche confermarlo manualmente.

Fare clic su Avanzate e accedere alla scheda Autorizzazioni effettive o Accesso effettivo . In Windows 7, fare clic sul pulsante Seleziona e digitare il nome dell'utente o del gruppo. In Windows 10, fai clic sul link Seleziona un utente .

In Windows 7, una volta selezionato l'utente, visualizzerà immediatamente le autorizzazioni nella casella di riepilogo sottostante. Come puoi vedere, tutte le autorizzazioni sono deselezionate, il che ha senso.

In Windows 10, è necessario fare clic sul pulsante Visualizza accesso effettivo dopo aver selezionato l'utente. Avrai anche una bella X rossa per non aver accesso e un segno di spunta verde per l'accesso consentito, che è un po 'più facile da leggere.

Quindi ora sai praticamente tutto quello che c'è da sapere sui permessi dei file e delle cartelle di Windows. Ci vuole un po 'di giri in giro per prendere il controllo di tutto.

I punti principali da comprendere sono che è necessario essere il proprietario per modificare le autorizzazioni e che qualsiasi amministratore può assumere la proprietà di file e cartelle indipendentemente dalle autorizzazioni su tali oggetti. Se hai qualche domanda, sentiti libero di postare un commento. Godere!


Invia messaggi di testo gratuiti ai telefoni cellulari dal tuo PC

Invia messaggi di testo gratuiti ai telefoni cellulari dal tuo PC

Hai notato che quando cerchi di utilizzare alcuni di questi servizi online SMS gratuiti, metà del tempo in cui non funzionano? Bene, la maggior parte di loro non ha mai funzionato per me quando tutto quello che ho cercato di fare è stato inviare un messaggio di testo dal mio computer a casa al mio cellulare Verizon!

(How-to)

Come eseguire manualmente il ventilatore HVAC utilizzando il termostato Nest

Come eseguire manualmente il ventilatore HVAC utilizzando il termostato Nest

Se non si desidera attivare l'A / C in casa, ma almeno mantenere l'aria in movimento per un po 'per ridurre il fastidio, ecco come usare il termostato Nest per far funzionare manualmente la ventola dal tuo sistema HVAC. La maggior parte dei termostati ha un'impostazione in cui è possibile eseguire solo la ventola HVAC, ma le personalizzazioni sono piuttosto limitate, e tu probabilmente può solo accenderlo e spegnerlo.

(how-to)